Torino risparmia 6 milioni di Euro grazie a Linux

Dopo moltissimi altri comuni in Italia anche quello di Torino passa ad Ubuntu e punta sul software libero. Nel plesso di amministrazione pubblica della città di Torino vengono utilizzati ogni giorno 8300 computer dove su ciascuno deve essere pagato il software per rinnovare la licenza di Microsoft Windows ed il resto di prodotti correlati. Ogni macchina viene a costare circa 300 euro solamente per il mantenimento software.

Grazie a Linux Ubuntu il comune sta cominciando a risparmiare circa 6 milioni di Euro che verranno investiti in altro modo ma comunque per offrire servizi ai cittadini. Il software open source di Ubuntu non necessita di pagamenti e quindi utilizzando un software gratuito non ci saranno più grosse spese.

Gli effetti della crisi purtroppo si sono già fatti sentire a livello di amministrazione pubblica locale. Ma in qualche modo si è trovata una alternativa.

Fonte