Passi e sonno nel mondo: Jawbone svela le abitudini dei membri della community di UP

La community di Jawbone è veramente vastissima, ed è grazie a questa che oggi jawbone ha rivelato le statistiche mondiali dei passi e del sonno di alcune città nel mondo.

Passi: medaglia d’oro ai neyorkesi

Partiamo dal numero dei passi giornalieri, che vede la città di New York in cima alla classifica con una media di ben 9422 passi al giorno, ai quali seguono i londinesi con 9297. La medaglia di bronzo va agli abitanti di Stoccolma. Il ruolo da fanalino di coda lo fa San Paolo con soli 6796 passi.
//

L’Oriente che riposa poco

Gli orientali sono le persone che dormono meno in assoluto, regna nella classifica Tokyo, con una media di sole 5:57 ore di sonno per notte.

Firenze, popolo di irriducibili camminatori

Tra le città italiane, Firenze è senza ombra di dubbio quella che si distingue di più con 9053 passi al giorno (di media), segue la frenetica Milano con 9016 passi, Torino con 8827 si trova al terzo posto della classifica, mentre i romani con 8526 si trovano nel fondo della classifica.

Napoli, il mattino ha l’oro in bocca

Sarà merito dell’irresistibile profumo del caffè che i napoletani si svegliano in media alle 7:45, dormendo per 6.44 ore a notte. Con questi numeri i partenopei si conquistano il podio dei meno dormiglioni, ma sono anche i più tiratardi e, solitamente,  non toccano il letto prima delle 00:22. A pari merito e in fondo alla classifica troviamo Firenze e Torino, che ricoprono il ruolo di città più assonnate con 6.45 ore di riposo notturno.

E voi vi ritrovate in queste medie? Quanto camminate ogni giorno? Scrivetecelo nei commenti

Alessandro Brunello

Sono un giovane studente appassionatio di tecnologia in particolare del mondo relativo ad Android ed ai PC. Queste due piattaforme mi stupiscono per la loro capacità di evoluzione costante e per la libertà fornita all’utente di modding. Ho iniziato a scrivere per TechDifferent sin dalla sua nascita ormai e ne sono più che orgoglioso. Continua a seguirci per vedere la nostra continua evoluzione con #TDEvolve