Babbel nella classifica “Il Meglio del 2014” di Apple

Babbel una delle più rinomate applicazioni per imparare le lingue, è entrata, in seconda posizione, ne “Il Meglio del 2014”, la classifica stilata da Apple, delle migliori App educative disponibili, nel corso dell’anno passato, per Iphone ed Ipad (la classifica totale può essere visualizzata al seguente link: Classifica App Store).

Questo rappresenta un importante riconoscimento per la società tedesca (la sede è a Berlino) che dà lavoro ad oltre 300 dipendenti, capitanati in maniera eccellente da: Markus Witte, Thomas Holl, Lorenz Heine e da Markus Corallo.

Babbel, presente oltre che su App Store anche su Play Store e via internet sul sito Babbel.com, offre corsi per imparare 14 lingue sulla base di 7 lingue di riferimento, corrispondenti alla rispettiva lingua madre dell’utente.

 

7 lingue di riferimento da cui partire: sono le lingue degli utenti (versione web)
7 lingue di riferimento da cui partire: sono le lingue “madre” degli utenti (versione web)

 

14 lingue da poter studiare
Una scelta di 14 lingue da poter studiare o approfondire (versione web)

 

I corsi, preparati con l’ausilio di esperti del settore, possono essere sostenuti per periodi di tempo differenti a seconda delle necessità (in media, gli utenti scelgono una durata di 12 mesi), con costi commisurati alle diverse opzioni (la Premium garantisce agli utenti un’esperienza libera da inserzioni pubblicitarie e completamente incentrata sui contenuti).

Per schematizzare, i punti che per ora decretano Babbel come una scelta vincente sono:

  • 14 lingue disponibili su cellulare, tablet e computer
  • Presenza in 190 paesi, 7 lingue di partenza
  • 7.500 ore di corsi
  • 20 nuovi corsi ogni mese
  • 2.400 lezioni iniziate ogni ora
  • n° 1 nella classifica generale delle applicazioni educative (Google play 2014)
  • n° 2 nella classifica generale delle applicazioni educative (App Store 2014)

 

Techdifferent avrà modo di testare, in maniera approfondita, le funzionalità e la qualità offerte dalla App per IOS. Vedremo quindi se il giudizio, sulla carta estremamente positivo, potrà essere pienamente confermato.

A presto quindi con il nostro hands-on!

Fabrizio Paoletti

44enne affetto dalla....sindrome di Peter Pan, appassionato di tecnologia ed affascinato dalle molteplici opportunità offerte dal web