Huawei risponde a ZTE negando le accuse sui brevetti

Pochi giorni fa vi avevamo parlato delle accuse di ZTE nei confronti di Huawei in quanto l’azienda cinese avrebbe violato dei brevetti sulla fotocamera che riguardano il MediaPad X2 e anche l’ultimo arrivato della casa, ovvero il P8, ma la risposta a queste imputazioni non era stata ancora resa nota.

Nelle ultime ore, però, Huawei ha replicato a ZTE affermando che i due brevetti incriminati (imaging and mobile terminal tech Slow Shutter and Capture technology) stanno alla base della fotografia e che anche altri produttori hanno usato queste tecniche in vari modi nei loro smartphone.

Ora il confronto tra i due produttori cinesi si fa più interessante e attendiamo un’ulteriore risposta da parte di ZTE che sicuramente non intenderà chiudere pacificamente la questione e probabilmente dovremo assistere ad una soluzione stabilita da un giudice in tribunale.

Via

Cristian

Sono appassionato di tecnologia, programmazione web e Android.