Google cerca di limitare il “Revenge Porn”

Google cerca di limitare il “Revenge Porn”

 

Nella giornata di ieri, Google ha comunicato che per porre un freno alla pubblicazione non autorizzata di immagini con contenuto sessuale esplicito, metterà a disposizione degli utenti un apposito modello da compilare on-line, tramite il quale poter richiedere di eliminare dai risultati  del “Cerca” i link a questi file. La procedura sarà resa disponibile a breve.

Questo rappresenta un nuovo tentativo di tutelare la privacy, soprattutto in relazione alla crescente pubblicazione per vendetta, per varie ragioni, delle immagini con nudità, che negli ultimi tempi ha mietuto vittime sia tra comuni cittadini che tra i cosiddetti VIP (fenomeno conosciuto in USA come Revenge Porn).

Una nota aggiuntiva da parte di Google sottolinea che questo è solo un piccolo passo che non servirà ad eliminare il problema (le foto non saranno eliminate dal web, ma solo  “nascoste” durante le ricerche), ma vuole essere quanto meno un segnale per dimostrare che la guardia rimane alta sulla tutela dei dati personali.

 

 

Via

Fabrizio Paoletti

44enne affetto dalla....sindrome di Peter Pan, appassionato di tecnologia ed affascinato dalle molteplici opportunità offerte dal web