Un nuovo virus su Whatsapp ruba i vostri dati

Il noto servizio di messaggistica istantanea, Whatsapp, diventato mirino preferito dai malintenzionati, è stato colpito da un nuovo virus. La scoperta risale a qualche ora fa, quando molti utenti Android hanno ricevuto un messaggio vocale audio che comunica all’utente di avere un messaggio in segreteria.

La maggior parte degli utenti sa che Whatsapp non ha un servizio di segreteria, ma siccome l’applicazione di messaggistica istantanea viene utilizzata non solo da giovani, intenditori ed appassionati di tecnologia, c’è qualcuno che ha cliccato sul messaggio vocale con conseguente perdita istantanea di tutti i dati sensibili. Ebbene si, basterà ascoltare la nota vocale ed il mittente avrà immediatamente accesso a tutti i dati presenti sullo smartphone, quindi vi consigliamo, naturalmente, di non aprire il messaggio, cancellando immediatamente la conversazione.

Secondo le ultime opinioni che circolano sui social, pare che molti utenti abbiano già confermato la ricezione di questo messaggio ed allora la notizia sta già facendo il giro del web. Notizia che trova ulteriori conferme anche da una fonte attendibile come l’account della polizia postale, “una vita da social” , presente su Facebook e Twitter.  Vi invitiamo anche noi a condividere la notizia per limitare il numero di utenti potenzialmente vulnerabili.

Non è la prima volta che il noto servizio di messaggistica istantanea viene colpito da un virus e a causa di ciò, alcuni utenti potrebbero addirittura scegliere di cambiare applicazione, rivolgendosi ai numerosi servizi sorti sul web negli ultmi anni.

 

VIA

Vincenzo Lagrotta

Mi chiamo Vincenzo Lagrotta e mi affascina tutto ciò che riguarda la tecnologia. La mia passione è scrivere ed è per questo che mi piace tenermi aggiornato sulle nuove tendenze tecnologiche.

  • Genesio Lini

    Sinceramente ha tutta l’aria di una bufala. Avete verificato la notizia?

    • Davide Novelli

      Ciao, visto che tutte le testate ne parlano penso sia veritiero, se poi vuoi offrirti come cavia per testarlo… 😉

      • Genesio Lini

        a parte la fonte da voi citata io non ho trovato niente… dato che sono molto curioso mi offro di fare da cavia!

        • Davide Novelli

          Se non ti basta la Polizia di Stato… Sinceramente mi domando quale sia, per te, una fonte affidabile… Mah

          • Genesio Lini

            purtroppo temo che la Polizia di Stato sia caduta in un errore di traduzione. Il malware non si attiva semplicemente ricevendo un messaggio audio in WhatsApp. Tutto inizia con una mail di scam contente un avviso di messaggio vocale in segreteria (ovviamente falso) cliccando sul link si scarica il virus. Pertanto è un normalissimo virus che arriva come messaggio di posta elettronica come tanti altri: semplicemente sfrutta la popolarità di WhatsApp per adescare gli utOnti. E’ spiegato abbastanza bene qui: http://www.itwire.com/business-it-news/security/71074-whatsapp-virus-affects-ios-and-android-–-and-maybe-more

            Chiaramente posso sbagliarmi, ma se fosse vero che facendo click su un audiomessaggio fosse possibile eseguire codice sul dispositivo allora sarebbe una bomba GIGANTE e avrebbe una portata enorme. per questo mi sembra strano che non ne parli nessuno (o quasi)

            Voi cosa ne pensate?