Apple ed i prezzi “pazzi” in Italia -Editoriale-

Lunedì 21 marzo Apple ha presentato due nuovi dispositivi che hanno confermato i rumors dei mesi scorsi, stiamo parlando di iPhone SE ed iPad Pro “Mini” da 9,7″. Oltre a questi devices, l’azienda di Cupertino, ha anche rilasciato aggiornamenti software: iOS 9.3, OS X 10.11.4, WatchOS 2.2 e tvOS 9.2.

Ma veniamo alla cosa che interessa di più agli utenti, ovvero la disponibilità ed i prezzi; iPhone SE avrà un prezzo, in Italia, a partire da 509€ per il modello da 16GB per poi passare ai 609€ per il modello con memoria interna da 64GB.

iPad Pro da 9,7″ ha prezzi così suddivisi:

  • 32GB WiFi 689€
  • 128GB WiFi 869€
  • 264GB WiFi 1049€
  • 32GB WiFi + Cellular 839€
  • 128GB WiFi + Cellular 1019€
  • 264GB WiFi + Cellular 1199€

Questi sono tutti i prezzi che avranno sul territorio italiano ed hanno un significativo ed, a parere di chi vi sta scrivendo, ingiustificato aumento rispetto al mercato statunitense; tanto per dare delle cifre, negli USA iPhone SE da 16GB viene venduto a 399$ (ovvero circa 356€), mentre iPad Pro da 9,7″ con 32GB solo WiFi verrà venduto a 599$ (ovvero 535€). Facendo un rapido conto, in Italia l’aumento di prezzo è di 153€ per iPhone SE e di 154€ per iPad Pro da 9,7″; prezzi decisamente fuori mercato per due dispositivi che hanno sì un hardware di tutto rispetto, ma che uno (iPhone SE) ha un display da 4″ e quindi una piccola fetta di mercato in quanto oggi abbiamo la possibilità, con molto meno, di acquistare un dispositivo con un display maggiore (facciamo un 5″ che secondo il mio parere è la grandezza ideale). Per quanto riguarda invece iPad Pro da 9,7″, ritengo non abbia mercato, nemmeno negli USA, in quanto con meno abbiamo la possibilità di avere un ottimo iPad Air 2 che ha le stesse dimensioni di display, ovviamente ha una dotazione hardware e di fotocamera leggermente inferiore, ma che è pur sempre un’ottimo tablet; altro contro di iPad Pro da 9,7″, oltre ad avere un diretto rivale in casa (iPad Air 2 come detto prima), è che monta iOS e non OS X, cosa non da poco secondo me.

Quindi, se Apple avesse aumentato i prezzi di circa 50€ rispetto a quelli negli USA, forse avrebbe potuto vendere più iPhone SE in Italia ma non iPad Pro da 9,7″; altra cosa che ci tengo a sottolineare è il fatto che Apple ha ridotto il prezzo di Apple Watch (in USA ora a 299$, ovvero 267€) in Italia a 369€, con un aumento (anche qui ingiustificato) di ben 102€….

Tirando le somme, personalmente, ritengo che all’azienda non interessi affatto il mercato italiano ma mira ad altri mercati come quello cinese ed indiano, nonchè agli emirati dove sta per aprire uno degli Store più grandi al mondo.

Cosa ne pensate di questi prezzi in Italia? Fa bene l’azienda di Cupertino a mantenerli alti? 

Davide

Ho 39 anni, sono appassionato di tecnologia ed in particolar modo di Apple; ma non mi limito a quello, infatti vedrete tante mie recensioni di altri dispositivi e marche.

  • Genesio Lini

    Secondo me fanno bene, seguono la legge della domanda e dell’offerta. La domanda è sempre molto alta e questo significa che il compratore giudica adeguato il prezzo del bene. D’altronde lo scopo di una azienda è massimizzare l’utile. Finché le persone faranno le rate per comprarsi il telefonino questo approccio è a mio avviso ancora vincente.

    • Davide Novelli

      Condivido appieno il tuo pensiero.