BUILD 2016: Un riepilogo delle prime due giornate

Il Build è, per sviluppatori e tutti noi appassionati del mondo Microsoft, senza dubbio uno degli eventi più attesi di quest’anno; nei tre giorni dell’evento, che si tiene al Moscone Center di San Francisco dal 30 marzo all’1 aprile, verranno annunciate e presentate tante novità dell’ecosistema Microsoft.

Nella PRIMA GIORNATA dell’evento, il 30 marzo, nelle quasi tre ore di keynote di apertura dell’evento sono stati annunciati:

  • Windows 10 Anniversary Update: immagini e novità del prossimo aggiornamento
  • Xamarin e Visual Studio: le app diventano veramente universali
  • Windows 10 integra Linux
  • Windows Store e Cortana su Xbox One
  • Cortana: novità in arrivo con Windows 10 Anniversary Update
  • Cortana diventa un chat-bot su Skype e altre social-app
  • Microsoft mostra le potenzialità del riconoscimento cognitivo

Windows 10 build 2016

Qui in basso vi riporto un commento di Fabio Santini, Direttore Della Divisione Developer Experience & Evangelism di Microsoft Italia, che sintetizza le principali novità dell’evento.

Facendo leva sul nostro costante impegno per supportare gli sviluppatori nel cogliere le opportunità offerte dalle nuove tecnologie, intendiamo ora aiutarli ad abbracciare le potenzialità della nuova era di ‘conversational intelligence’ e a dare forma a un ‘more personal computing’ in linea con le esigenze di singoli e realtà di ogni settore. In uno scenario in cui il linguaggio naturale si associa all’intelligenza artificiale, l’ultima frontiera è rappresentata dalle ‘Conversations as a Platform’ e cavalcando questa ambizione ci proponiamo di estendere le possibilità offerte dalle nostre piattaforme Microsoft Azure, Office 365 e Windows per offrire agli sviluppatori strumenti sempre più smart in grado di aiutarli a realizzare i propri progetti.

In virtù del successo di Windows 10 che è ora disponibile su oltre 270 milioni di device, abbiamo progettato nuove funzionalità in grado di renderlo un ambiente di sviluppo funzionale a tutti gli sviluppatori in una logica di Universal Windows Platform e rilasciamo oggi nuovi strumenti per rendere ancora più semplice la migrazione di app da ogni piattaforma a Windows 10. Il nuovo Windows 10 Anniversary Update permetterà in particolare di interagire con i device dotati di Windows 10 nel modo più naturale possibile e il nuovo Windows Ink consentirà di scrivere sul proprio device come sulla carta e di condividere facilmente i propri pensieri nel mondo digitale.

Ink toolbar

Abbiamo inoltre arricchito la Cortana Intelligence Suite, che integra funzionalità avanzate di analisi, big data e machine learning, per consentire a sviluppatori e organizzazioni di qualsiasi tipo di creare soluzioni end-to-end e applicazioni che apprendendo dal mondo circostante interagiscano con le persone in modo personalizzato e intelligente. I nuovi Microsoft Cognitive Services includono API intelligenti che consentono di vedere, sentire, parlare, ascoltare e interpretare le esigenze attraverso modalità di comunicazione naturale. Il nuovo Microsoft Bot Framework può essere utilizzato dagli sviluppatori per creare bots intelligenti che abilitano chat con linguaggio naturale su molteplici piattaforme. Interessanti le opportunità offerte agli sviluppatori anche attraverso la nuova Skype Bot Platform che permette di far leva sulle molteplici forme di comunicazione abilitate da Skype.

Lilian Rincon, Group Program Manager di Skype, ha mostrato le innovative funzionalità di una nuova app di Skype installata su un Lumia 950 XL. Cortana sarà in grado di individuare le parole chiave delle nostre conversazioni per offrirci la possibilità di esplorare funzioni e contenuti correlati, metterci in contatto con il chat-bot di un albergo, prenotare una camera per il nostro viaggio di lavoro e contattare un amico che vive nei pressi della destinazione direttamente dalla finestra di conversazione.

Skype Bot Platform

Sempre Santini ci porta a conoscenza che a partire da oggi sarà disponibile una nuova piattaforma per lo sviluppo di applicazioni dedicate agli ologrammi:

Un’ulteriore importante novità che ci rende orgogliosi è la nuova Microsoft HoloLens Development Edition, che estende l’esperienza di Windows agli ologrammi e consente agli sviluppatori di contribuire al futuro dell’holographic computing a partire da oggi”.

Holo Lens

NELLA SECONDA GIORNATA del Build 2016, spiccano senza dubbio le tanto attese novità riguardanti il browser Microsoft Edge:

Finalmente sono state introdotte le Estensioni per le quali, gli sviluppatori di Microsoft Edge, hanno confermato ancora una volta lo sbarco entro l’anno; tra le prime potremo vedere Adblock, Amazon, OneNote, Evernote e LastPass. Le estensioni di Edge potranno anche “dialogare” con le applicazioni native per Windows 10, naturalmente richiedendo all’utente i permessi per farlo.

Le Gestures : nei prossimi mesi tornerà anche la possibilità di navigare avanti e indietro nella cronologia con uno stipe, come avviene su OSX con Safari .

Microsoft Translator : verrà integrato nel browser un servizio di traduzione istantanea chiamato appunto Microsoft Translator, molto simile a Google Translator.

Ottimizzazione Web App e Performance : Microsoft vuole anche migliorare il supporto e le performance delle Web App, che arriveranno anche su Xbox One; le prime interessate saranno le API Gamepad, rilasciate dal W3C. Pubblicare le Web App per Edge sul Windows Store sarà anche più semplice, basterà infatti inviare le immagini e lo zip con il file manifest del W3C. 

Durante il keynote è stato anche condivisa una slide che compara le performance nei benchmark HTML5 a quelle dei principali browser concorrenti: ne esce seconda, praticamente alla pari con Firefox, mentre Chrome è distaccato più avanti e Safari è ultimo a grande distanza.

Microsoft Edge Extensions

Microsoft ha poi annunciato, la decisione di rendere open source l’SDK di Xamarin, il toolkit cross-platform che consente agli sviluppatori di realizzare app native per Android, iOS, Windows e Mac, utilizzando Visual Studio e C#. Microsoft aveva acquisito la la suite per lo sviluppo di software multipiattaforma alla fine di febbraio. Xamarin sarà disponibile gratuitamente per gli utenti Visual Studio e sarà disponibile nei prossimi mesi. Il riferimento va a tutte le edizioni di Visual Studio, comprese la Visual Studio Community Edition gratuita, Visual Studio Professional e Visual Studio Enterprise.

Una mossa sicuramente azzeccata, che contribuisce a rendere ancor più attraente Visual Studio come piattaforma per lo sviluppo di app, offrendo concretamente nuove opportunita agli sviluppatori, in grado moltiplicare i canali distributivi delle proprie app con le versioni  native per Android, iOS e Windows realizzate partendo da un unico codice condiviso.

Xamarin Visual Studio

Sono state annunciate anche interessanti novità di Azure per aiutare gli sviluppatori a creare app intelligenti su Linux o Windows utilizzando qualsiasi linguaggio: Azure Service Fabric, Azure Functions, Azure IoT Starter Kits ed è stata poi resa pubblica la beta di Power BI Embedded, che consente di integrare report interattivi e visualizzazioni grafiche in ogni applicazione su qualsiasi dispositivo.

Si arricchisce poi una delle applicazioni sviluppate grazie ad Office: Microsoft Graph, uno strumento che utilizza machine learning per mappare connessioni tra persone, contenuti e interazioni, e offre agli sviluppatori insight utili per sviluppare app intelligenti che consentano alle persone di essere più produttive.

Infine le nuove Skype for Business App SDK e Skype Web SDK , che consentono di integrare le chiamate di Skype direttamente all’interno della propria offerta Web o device. Nuove funzionalità consentono agli sviluppatori di integrare app direttamente in Word, Excel e PowerPoint. Reso inoltre disponibile, il portale per gli sviluppatori Office 365 Connectors dove possono scrivere e pubblicare i propri connettori.

Skype Business SDK

Continuate a seguirci per ulteriori novità sul Build 2016. Qui potrete seguire la diretta dalla ore 17.30 di oggi.

Cristian Martini

35 anni, appasionato di tecnologia, grafica, design, musica e fotografia. Mi piace provare e sperimentare nuovi dispositivi ecco perchè collaboro con TechDifferent!