GlassOuse, il primo Assistive-Mouse per disabili

GlassOuse è un particolare mouse che permette di controllare pc e dispositivi mobile senza l’uso delle mani, funziona solamente guardando lo schermo e interagendo con esso tramite specifiche gestures.

Il progetto sta raccogliendo fondi tramite il sito Indiegogo e al momento manca pochissimo al raggiungimento dei 10.000$ fissati per iniziare la produzione. GlassOuse  ricordano vagamente i più famosi Google Glass infatti sono progettati come dei semplici occhiali con l’aggiunta di un “pulsante” che può essere attivato tramite la bocca, premendo con le labbra il beccuccio apposito.

GlassOuse telaio

Una volta indossati, appare un cursore sullo schermo del nostro dispositivo e semplicemente spostando la testa possiamo posizionarci sull’applicazione o menù desiderato, dopodichè basterà premere il beccuccio per simulare il click del mouse.

I GlassOuse pesano solamente 49g e sono costruiti con un materiale antiallergenico e antitumorale, sono dotati di un sensore in grado di autocalibrarsi per il puntamento. Sono alimentati da una batteria Li-Po da 3.7V e 330mAh ricaricabile, capace di fornire circa 15 ore di autonomia e dai 7 ai 10 giorni in standby.

Si connettono tramite Bluethoot 4.0 ma la caratteristica geniale è che questo strumento è in grado di funzionare con Pc, Mac ma anche con dispositivi mobile come Smartphone, Tablet e con i principali sistemi operativi quali Windows, MacOS, iOS, Android e Linux.

GlassOuse Pc Mac

Questo progetto può veramente aiutare milioni di persone con problemi legati alla manualità, affetti da sclerosi multipla, che hanno subito amputazioni o che hanno subito operazioni sul sistema nervoso.

GlassOuse

Potete sostenere il progetto collegandovi a questo indirizzo , semplicemente donando denaro o acquistando un dispositivo al prezzo di 149$ + spedizione che partirà da Agosto 2016, risparmiando 150$ dal prezzo di listino fissato a 299$.

Qui sotto potete vedere i GlassOuse in azione:

 

Cristian Martini

35 anni, appasionato di tecnologia, grafica, design, musica e fotografia. Mi piace provare e sperimentare nuovi dispositivi ecco perchè collaboro con TechDifferent!