Panasonic LUMIX GX80 – RECENSIONE –

Panasonic presenta l’erede della già ottima GX 8 e con questa nuova GX80 porta novità di alto livello con caratteristiche che fanno invidia alle reflex di fascia alta con un però facile utilizzo ed un ottimo approccio per quel pubblico alle prime armi con una fotocamera digitale.

Panasonic LUMIX GX80

Le sue misure compatte (122 x 70,6 x 44 mm di spessore) e il suo peso di 426 g (60 grammi in meno della precedente GX8), tutto sommato contenuto, la rendono facile da portarsi in borsa o a tracolla rendendola inseparabile. Già, inseparabile perchè le foto più belle possono essere scattate in ogni momento della giornata e allora abbiamo bisogno di uno strumento, oltre che potente, anche maneggevole e compatto.

Panasonic LUMIX GX80

La potenza della nuova GX 80 è data anche dal nuovo processore Venus Engine e dal doppio stabilizzatore ottico dell’immagine che ci consente di scattare immagini chiare e dettagliate anche in situazioni di scarsa luce. Il suo sensore da 16 Mpx, che sarà la versione base della fascia medio e bassa di Panasonic, ci permette anche di catturare ogni singolo dettaglio della scena, senza lasciare nulla al caso. Comparato al sensore montato sui top di gamma (da 20 MPX in su) abbiamo comunque una qualità davvero elevata, che consente di utilizzare la GX80 per qualsiasi tipo di attività in cui i 16MP siano sufficienti.

Panasonic ha lavorato molto all’accoppiata processore-sensore in modo da ottimizzare al massimo esposizione – luminosità e contrasto portando così un netto miglioramento nelle foto che vengono scattate con poco luce o in condizioni ad esempio di cielo coperto.

Grazie poi al suo display da 3″ inclinabile a 90° verso l’alto e 45° verso il basso, riusciamo a scattare le foto anche in condizioni difficili e lo stesso ci consente di navigare sulle stesse foto grazie al touchscreen estremamente preciso e fruibile. Possiamo anche scegliere il punto di messa a fuoco direttamente dallo schermo, semplicemente premendo sulla scena visualizzata.

Panasonic LUMIX GX80 Display

Possiamo anche utilizzarla con il classico mirino e quando ci avviciniamo allo schermo, esso si spegne automaticamente grazie ad un sensore di prossimità posto a destra del mirino, permettendoci cosi un notevole risparmio di batteria.

Panasonic LUMIX GX80 mirino

Le novità ovviamente non finisco qui; sono presenti le nuove funzioni “4K Photo” che permette di scattare a raffica una serie di foto e di selezionarne il miglior fotogramma dei 30 disponibili, salvandolo in un file da 8MP in formato JPG. Questa funziona è perfetta quando dobbiamo immortalare un oggetto o una persona in movimento. 4K Photo si differenzia dalla raffica tradizionale che invece consente di raggiungere solo gli 8 fps contro i 30 della nuova funzione.

Un altra interessantissima funzione introdotta sulla Lumix GX80, si chiama “Post Focus” e ci consente di scattare una foto e decidere successivamente quale zona mettere a fuoco; in realtà viene creato un piccolo clip video in 4K che diventa interattivo sulla nostra fotocamera e visualizzando la foto potremo decidere se mettere a fuoco il primo piano o lo sfondo. Sarà poi anche possibile salvarne entrambe le versioni mentre se si scaricherà l’immagine su un PC/MAC , verrà riconosciuta come un semplice file MP4.

Panasonic GX80 Post Focus

Non manca poi il supporto ai video in 4K fino a 25p che grazie allo stabilizzatore a 5 assi, la messa a fuoco veloce con DFD, il supporto per il Dual IS, ci consente di girare video quasi in qualità cinematografica grazie ad un elevato bitrate e tantissime funzionalità creative incluse quelle del cropping post video.

Il piccolo e compatto Flash a comparsa è sufficiente quando la luce comincia a scarseggiare ma ovviamente quando abbiamo bisogno di tanta luce è necessario un flash supplementare che è installabile nella parte superiore grazie alla slitta presente; in tal caso di perderà un pò la stabilità e la giusta compensazione dei pesi un po come avviene con gli obbiettivi supplementari.

Panasonic GX80 Flash

Panasonic Lumix GX80 mi ha davvero soddisfatto, sotto tutti gli aspetti. La qualità degli scatti e dei video è tranquillamente paragonabile a quella di una reflex di fascia media con il vantaggio della portabilità e della versatilità dovuta a peso e dimensioni. Il prezzo è perfettamente in linea e ben rapportato alle caratteristiche tecniche del dispositivo, ci sono obbiettivi supplementari per tutte le esigenze e prezzi.

Qui sotto vi mostriamo alcune foto scattate sia in condizioni di forte luce che in condizioni di scarsa luce e vi rilasciamo alla nostra video recensione. Fateci sapere le vostre impressioni e cosa ne pensate di questa valida mirrorless.

Potete trovare la nuova GX80 a partire da € 599,99 direttamente dallo store di Amazon mentre l’obbiettivo Leica 42.5 , potete acquistarlo direttamente da qui al prezzo di € 1.599,00 .

Per ulteriori dettagli, prezzi, caratteristiche complete potete consultare la pagina ufficiale dal sito Panasonic.

 

 

 

Cristian Martini

35 anni, appasionato di tecnologia, grafica, design, musica e fotografia. Mi piace provare e sperimentare nuovi dispositivi ecco perchè collaboro con TechDifferent!