Google Pixel e Pixel XL: ecco i nuovi smartphone targati Big G

Google Pixel e Pixel XL finalmente sono stati presentati nel corso della giornata di ieri, martedì 4 ottobre 2016. Li attendevo moltissimo, spinto dalla curiosità di vedere una vera novità in casa Google dato che, dopo anni, è stato detto addio al marchio Nexus proprio per far spazio ai primi e veri propri smartphone costruiti direttamente da Big G (il compito di HTC si è fermato soltanto all’assemblaggio dei dispositivi, infatti nella scocca posteriore del telefono non è presente nessun marchio del produttore taiwanese, ma solo una G” che sta ad indicare appunto Google come produttore) chiamati Pixel.

A prima vista sono rimasto affascinato da quelli che, all’apparenza (almeno frontale), potrebbero sembrare i nuovi iPhone dato che la somiglianza è decisamente marcata, e il primo pensiero è stato: “Wow, sono bellissimi!”. Esteticamente parlando (questa è una cosa molto soggettiva, infatti a tanti potrebbero non piacere affatto come design) me ne sono innamorato (si lo so che può sembrare un’esagerazione) e approfondendo le caratteristiche (che praticamente già si sapevano ancora prima della presentazione – proprio come il design -) mi sono convinto che questi Google Pixel (soprattutto la versione da 5″ perché rispecchia appieno le mie esigenze) siano la soluzione giusta per me (d’altronde ho un Nexus 5 con cui mi trovo ancora benissimo e adoro Android Stock).

Dopo questi paragrafi iniziali potrebbe sembrare che io voglia sponsorizzare a mille i nuovi Google Pixel, ma non è così e, anzi, voglio parlare subito di due note dolenti che hanno smorzato il mio entusiasmo iniziale: la non disponibilità immediata nello Store italiano e il prezzo.

Partiamo dalla prima: Google Pixel e Google Pixel XL non saranno subito commercializzati in Italia, ma bisognerà attendere il nuovo anno prima di vederli sul Google Store (anche se, come potete vedere cliccando sul link, la pagina di presentazione dello Store italiano è già pronta – ovviamente non sono disponibili – e all’interno della pagina sono spariti anche i vecchi Nexus, lasciando soltanto le Chromecast – tra cui anche la nuovissima Ultra che permette la visualizzazione in 4K -).

Durante la presentazione di ieri è stato affermato che il pre-ordine immediato sarebbe partito soltanto in alcuni Paesi, ovvero: America, Australia, Canada, Germania e Inghilterra (in India a partire dal prossimo 13 ottobre); proprio dal Google Store tedesco arrivano notizie sconfortanti riguardo ai prezzi in Europa che sono salatissimi (addirittura più alti di quello che ci potevamo aspettare)!

| a sinistra i prezzi del Google Store tedesco (che si avvicinano a quelli che potrebbero essere in Italia, anzi forse nel nostro Paese ulteriormente più cari, anche se non di molto), mentre a destra i prezzi di quello Americano |

Google Pixel da 32GB: 759€/649$

Google Pixel da 128GB: 869€/749$

Google Pixel XL da 32GB: 899€/769$

Google Pixel XL da 128GB: 1009€/869$

Come si può vedere il costo è decisamente più alto anche dei passati Nexus come il 6, il 6P o il 5X e l’unica speranza per averli ad un buon prezzo è quella di auspicare qualche offerta da parte dei soliti store online come Gli Stockisti o Amazon.

Alcuni degli hashtag più diffusi in rete da quando sono stati resi ufficiali i prezzi sono stati #googleisthenewapple e #pixelisthenewiphone, ma pensandoci bene Apple questi prezzi se li può permettere grazie al grande marketing che fa per promuovere i propri dispositivi e, soprattutto, grazie all’esclusività che gli iPhone hanno essendo gli unici terminali con iOS (a differenza di Google che, come abbiamo constatato gli altri anni con i Nexus, di pubblicità per promuovere i suoi prodotti ne fa poca, in particolare in Europa e dato anche l’enorme numero di dispositivi Android presenti sul mercato); di conseguenza l’unica cosa che mi viene da pensare dopo aver visto il costo di Pixel e Pixel XL è:

okgoogle1

Dopo aver visto gli aspetti negativi dei Pixel, parliamo delle vere novità che introducono.

Innanzitutto ora Google Assistant va a sostituire Google Now e vi si può accedere da tutte le schermate pronunciando l’ormai famoso comando “Ok Google”. Le funzionalità sono le medesime a cui ci siamo abituati con Now (tra cui Now On Tap che ci da informazioni in base al contenuto che riconosce nella pagina che stiamo visualizzando) e permette di interagire con esso proprio come funziona nell’applicazione Google Allo.

googleassistant2

Solo chi comprerà Google Pixel avrà diritto al backup, a dimensioni originali di foto e video (anche in 4K), illimitato su Google Foto.

googlefoto

Google ha puntato tantissimo alla fotocamera dei suoi nuovi Pixel e Pixel XL, tanto da ottenere il miglior risultato mai avuto da nessun smartphone su DxOMark, ovvero 89/100 (superati anche Samsung Galaxy S7 Edge e iPhone 7/7 Plus).

pixel-fotocamera

I nuovi Google Pixel sono composti, nella parte posteriore, da vetro e alluminio, mentre nella parte frontale da un bellissimo schermo Full HD o 2K AMOLED; inoltre presentano anche il sensore di impronte digitali e la porta Type – C che permette di ottenere, con solo 15 minuti, fino a 7 ore di carica.

pixeldesignGoogle Pixel permette il trasferimento dati (tra cui le chat di iMessages) semplicemente collegando il vostro vecchio iPhone o dispositivo Android al nuovissimo smartphone prodotto dall’azienda di Mountain View tramite il Quick Switch Adapter.

trasferimentodati

Per i nuovi Google Pixel e Pixel XL sono presenti cover personalizzate (non crediamo arriveranno in Europa queste).

pixelcases

Infine i nuovi smartphone Google saranno disponibili in due versioni da 32GB e 128GB, nelle colorazioni Quite Black, Very Silver o Really Blue.

pixelcolorazioni

Di seguito il video di presentazione e la scheda tecnica ufficiale dei due dispositivi. Per ulteriori informazioni visitate il sito ufficiale.

Google Pixel scheda tecnica

  • Display: 5″ AMOLED FHD (1920 x 1080 pixel) Gorilla Glass 4
  • CPU: Qualcomm Snapdragon 821 quad-core 64-bit 2.4 GHz
  • GPU: Adreno 530
  • RAM: 4 GB
  • Storage: 32/128 GB
  • Fotocamera: | posteriore | 12,3MP Sony IMX378, con EIS, 1,55 um pixel, f/2.0 | anteriore | 8MP Sony IMX179, f/2.4
  • Batteria: 2770 mAh con ricarica rapida
  • Dimensioni: 143,8 x 69,5 x 7,3/8,5 mm
  • Peso: 143 g
  • Altro: Wi-Fi 802.11ac, Bluetooth 4.2, USB Type-C, nano SIM
  • OS: Android 7.1 Nougat

Google Pixel XL scheda tecnica

  • Display: 5,5” AMOLED QHD (1.440 x 2.560 pixel) Gorilla Glass 4
  • CPU: Qualcomm Snapdragon 821 quad-core 64-bit 2.4 GHz
  • GPU: Adreno 530
  • RAM: 4 GB
  • Storage: 32/128 GB
  • Fotocamera: | posteriore | 12,3MP Sony IMX378, con EIS, 1,55 um pixel, f/2.0 | anteriore | 8MP Sony IMX179, f/2.4
  • Batteria: 3450 mAh con carica rapida
  • Dimensioni: 154,72 x 75,74 x 7,3/8,5 mm
  • Peso: 168 g
  • Altro: Wi-Fi 802.11ac, Bluetooth 4.2, USB Type-C, nano SIM
  • OS: Android 7.1 Nougat

Cristian

Sono appassionato di tecnologia, programmazione web e Android.