Parallels Desktop 13 per Mac: l’innovazione continua

Parallels Inc. la nota azienda leader mondiale nelle soluzioni multi-piattaforma che permettono agli utenti di accedere ed utilizzare, in maniera semplice ed intuitiva, ad applicazioni e file su qualsiasi dispositivo o sistema operativo, ha annunciato lo scorso 22 Agosto la nuova versione del popolare software Parallels Desktop per Mac già predisposto per macOS High Sierra e per le prossime funzionalità di Windows 10.

Da più di un decennio questa programma, attraverso macchina virtuale, permette di eseguire le applicazioni Windows come se fossero sviluppate per Mac, senza soluzione di continuità, ed è utilizzata da più di 5 milioni di utenti.

Jack Zubarev, Presidente di Parallels, ha dichiarato:

Questa nuova release offre le migliori prestazioni di sempre di Windows su Mac, oltre a nuove funzionalità utili e innovative che migliorano la produttività degli utenti

Molto intuitiva la procedura guidata di installazione che aggiornerà automaticamente una macchina virtuale (VM) con Windows 10 rendendo immediato e semplice l’uso di Parallels Desktop 13. Gli utenti potranno acquistare una versione di prova o una licenza completa di Windows 10 da Microsoft, aggiungere una copia esistente di Windows (o altro OS) o spostare semplicemente il proprio PC sul Mac. Sin dall’inizio, si potrà scegliere di impostare l’aspetto di Windows a schermo intero o di renderlo invisibile (modalità Coherence), lanciando al contempo le applicazioni Windows dal Dock Mac, Launchpad® o menu Start di Windows, consentendo quindi di personalizzare l’esperienza a proprio piacimento. 

Una delle novità più interessanti di questa edizione è legata al supporto fornito alla touch bar dei nuovi MacBook Pro.

Fonte: Parallels website

Ad esempio quando non viene eseguita nessuna app Windows, la touch bar mostra gli elementi visualizzati nella barra delle applicazioni di Windows stesso

Fonte: Parallels Inc.

O ancora, quando è in esecuzione Word sono visibili i comandi di elaborazione dei testi.

Fonte: Parallels Inc.

Per il momento è garantito il supporto ufficiale al pacchetto Office 2016 (Outlook, Word, Excel, PowerPoint), al Desktop e al menu Start di Windows (Cortana, visualizzazione delle attività, elementi appuntati della barra delle applicazioni) e svariati browser come Internet Explorer, Microsoft Edge, Google Chrome, Mozilla Firefox, Opera e Vivaldi. Tuttavia è possibile aggiungere (personalizzando allo stesso tempo) altre applicazioni come WordPad, in maniera intuitiva:

Fonte: Parallels Inc.

Parallels Desktop 13 integra la People Bar (da Windows 10 Insider Preview build 16232), una futura funzionalità di Windows 10 che consente agli utenti di aggiungere contatti sulla Barra delle applicazioni. Nonostante Windows limiti la People Bar a tre contatti, il Dock di Mac non riduce il numero di contatti preferiti e permette di aggiungere foto più grandi, in modo da poterle visualizzare più facilmente.

Fonte: Parallels Inc.

Tra le innovazioni di Parallels Desktop 13 si annoverano la Visualizzazione Picture-in-Picture (PiP), una funzione che crea finestre di altre VM attive, che sono sempre visibili in primo piano, anche quando un’applicazione Mac è in modalità Schermo Intero. Ora è semplice monitorare e lavorare con più sistemi operativi e le rispettive applicazioni contemporaneamente su un’unica schermata, o guardare un video passando da macOS Spaces alle applicazioni e viceversa. La Visualizzazione PiP affianca altre impostazioni di personalizzazione di Parallels Desktop quali le due già citate Coherence (Windows è invisibile quando si utilizzano le applicazioni Windows su un Mac) e la modalità a Schermo Intero. Presente anche la modalità Finestra (Windows in una finestra in macOS).

Fonte: Parallels Inc.

Inoltre la versione più recente di Parallels Desktop offre una serie di miglioramenti visivi e di visualizzazione, per migliori transizioni e una migliore risoluzione durante il ridimensionamento. Nella modalità ridimensionata, il testo e gli elementi grafici sui display Retina ad alta risoluzione saranno sensibilmente più nitidi.

Come non citare poi la presenza di Parallels Toolbox, un insieme di strumenti inclusi in Parallels Desktop (ma esistenti anche come applicazioni stand alone) sia per Mac che per Windows, che forniscono agli utenti delle utili funzionalità a portata di click, senza dover ricorrere a software esterni. 

L’acquisto di Parallels Desktop 13 include le versioni Mac e Windows di Parallels Toolbox.  

Da sottolineare poi un generale aumento di prestazioni, tra cui un incremento della rapidità computazionale, una maggior velocità di accesso ai dispositivi USB ed una estensione del supporto a giochi di uscita recente.

Oltre ai miglioramenti generali apportati a Parallels Desktop 13 per Mac, Parallels ha annunciato aggiornamenti a Parallels Desktop per Mac Pro Edition e Business Edition, tra cui:

Parallels Desktop 13 per Mac Pro Edition:

  • Assegnazione fino a 32 core (vCPU) e 128 GB di vRAM per VM, in modo che i futuri utenti di iMac Pro™ possano creare VM super potenti.
  • Visualizzazione del menu Imposta risoluzione per cambiare immediatamente le risoluzioni di podcast, video tutorial o test di browser web, compresi i comuni rapporti 4:3, 16:9 e 16:10 con risoluzioni da 1024 x 768 a 3360 x 2300.
  • Ricerca rapida degli indirizzi IP delle macchine virtuali per controllare e copiare l’indirizzo IP dall’interfaccia utente grafica negli Appunti con un solo clic.
  • VM preconfigurate gratuite nella Procedura guidata di installazione che possono essere installate con un solo clic, compresi: Ambiente di sviluppo per Windows 10, Linux (Mint, CentOS, Debian GNU, Ubuntu e Fedora), Android e macOS.
  • Analisi e ottimizzazione delle prestazioni delle applicazioni in Parallels Desktop con amplificatore Intel® VTune migliorato e supporto Linux “perf” e Mozilla “rr”.
  • Ambienti di test IE moderni nella Procedura guidata di installazione con VM preconfigurate in prova per 90 giorni da Microsoft, tra cui: Microsoft Edge su Windows 10 (stabile), Microsoft Edge su Windows 10 (anteprima), IE 11 su Windows 8.1, IE 11 su Windows 7, IE 10 su Windows 7, IE 9 su Windows 7 e IE 8 su Windows 7.

Parallels Desktop 13 per Mac Business Edition:

  • Distribuzione in modalità Applicazione singola per aiutare gli utenti a focalizzarsi sul loro obiettivo finale anziché lasciarsi distrarre da elementi di virtualizzazione e di Windows non familiari
  • Possibilità di aggiungere applicazioni Windows specifiche al Dock dell’utente in fase di distribuzione

Le nuove funzionalità della Business Edition, prevista in autunno, comprendono:

  • Possibilità di invitare utenti tramite e-mail per una maggiore produttività e una migliore gestione
  • Assegnazione di amministratori separati per licenze secondarie
  • Nuovo design del portale My Account di Parallels per gestire abbonamenti e licenze

Questa è solo una parte delle innovazioni che saranno disponibili per le aziende e per gli sviluppatori.

Parallels Desktop 13 per Mac, Parallels Desktop per Mac Pro Edition e Parallels Desktop per Mac Business Edition sono disponibili per gli abbonati, per coloro che eseguono l’aggiornamento da Parallels Desktop 11 e 12 (upgrade), per i nuovi clienti (nuovi clienti) e presso i rivenditori locali e online in tutto il mondo. È inoltre possibile scaricare gratuitamente una versione di prova completa di Parallels Desktop valida 14 giorni.

Il prezzo consigliato di vendita al dettaglio di Parallels Desktop 13 è di 79,99€. Gli aggiornamenti per i clienti con licenza a vita di Parallels Desktop 11 e 12 sono disponibili a 49,99€, con un’offerta promozionale per l’aggiornamento a un abbonamento di Parallels Desktop Pro Edition a 49,99€ all’anno per sempre. Parallels Desktop Pro Edition e Business Edition sono disponibili per i nuovi clienti a 99,99€ all’anno. Parallels Desktop Pro Edition e Business Edition includono un abbonamento gratuito contestuale a Parallels Toolbox per Mac e Parallels Toolbox per Windows (toolbox), oltre a Parallels Access (access).

Di seguito vi proponiamo un chiaro video, tratto dal canale ufficiale YouTube di Parallels, che descrive alcune delle principali caratteristiche di questo software:

 

Fabrizio Paoletti

44enne affetto dalla....sindrome di Peter Pan, appassionato di tecnologia ed affascinato dalle molteplici opportunità offerte dal web