Chirurgo diagnostica il proprio cancro grazie allo scanner Butterfly IQ collegato a un iPhone

Uno dei tanti motivi per cui il progresso è così affascinante risiede, a mio avviso, anche nella speranza di poter rendere accessibile, a un pubblico sempre maggiore, tecnologie diagnostiche che fino a poco tempo fà sembravano inesorabilmente confinate ad ambulatori, cliniche od ospedali. E’ chiaro che non è in alcun modo, neanche lontanamente, in discussione l’importanza della valutazione di un medico, ma il discorso semmai richiama ciò che accade con il termometro: si usa per verificare uno stato patologico ed eventualmente consultare un esperto.

Ebbene è di venerdì scorso la notizia secondo cui all’inizio di quest’anno, un chirurgo vascolare statunitense, John Martin, stava testando uno scanner a ultrasuoni portatile (il Butterfly IQ) prodotto da una startup, con la quale aveva iniziato a collaborare. Utilizzando il dispositivo abbinato al suo iPhone e dirigendolo verso il proprio collo ha individuato una massa di 3 cm che lo ha subito preoccupato. Un esame più approfondito ha potuto confermare il sospetto (carcinoma a cellule squamose) e il medico è stato subito sottoposto all’ intervento chirurgico di rimozione a cui è stata fatta seguire la radioterapia. 

Esempio di utilizzo del Butterfly IQ (fonte: Butterfly Network YouTube channel)

Il Butterfly IQ, realizzato da Butterfly Network,  sfrutta 9.000 microscopici cilindri impressi su di un chip semiconduttore, per generare onde sonore, e invia le immagini in bianco e nero verso l’iPhone che funge da schermo. L’obiettivo della startup è duplice: 1) quello di incrementare l’Intelligenza Artificiale che caratterizza il software di questo scanner portatile e rendere il suo impiego talmente semplice da essere utilizzabile anche a casa, da personale non qualificato e 2) di proporlo ad un prezzo non superiore ai 2000 dollari

Il Butterfly IQ dovrebbe essere disponibile per la spedizione nel corso del 2018.

 Via

Fabrizio Paoletti

44enne affetto dalla….sindrome di Peter Pan, appassionato di tecnologia ed affascinato dalle molteplici opportunità offerte dal web