Apple: comunicato ufficiale sul calo di prestazioni

Dopo avervi parlato della class action da 999 miliardi di dollari contro Apple negli USA per il calo di prestazioni sugli iPhone “vecchi”, anche iPhone 7 ad esempio, oggi arriva il comunicato ufficiale dell’azienda di Cupertino che spiega il perché hanno adottato tale misura e nel contempo si scusa con i propri utenti (cliccando qui verrete rimandati alla pagina ufficiale del comunicato in inglese).

Un messaggio ai nostri clienti sulle batterie e le prestazioni dell’iPhone
Abbiamo ricevuto feedback dai nostri clienti sul modo in cui gestiamo le prestazioni degli iPhone con batterie meno recenti e su come abbiamo comunicato tale processo. Sappiamo che alcuni di voi sentono che Apple vi ha deluso. Ci scusiamo. C’è stato un grosso malinteso su questo problema, quindi vorremmo chiarire e farti conoscere alcuni cambiamenti che stiamo apportando.

Innanzitutto, non abbiamo mai – e mai fatto – qualcosa per ridurre intenzionalmente la vita di qualsiasi prodotto Apple, o degradare l’esperienza dell’utente per guidare gli aggiornamenti dei clienti. Il nostro obiettivo è sempre stato quello di creare prodotti che i nostri clienti amassero, e far sì che gli iPhone durino il più a lungo possibile è una parte importante di questo.

Come invecchiano le batterie
Tutte le batterie ricaricabili sono componenti consumabili che diventano meno efficaci man mano che invecchiano chimicamente e la loro capacità di trattenere una carica diminuisce. Il tempo e il numero di volte in cui una batteria è stata caricata non sono gli unici fattori in questo processo di invecchiamento chimico.

L’uso del dispositivo influisce anche sulle prestazioni di una batteria per tutta la sua durata. Ad esempio, lasciare o caricare una batteria in un ambiente caldo può causare un invecchiamento della batteria più veloce. Queste sono caratteristiche della chimica delle batterie, comune alle batterie agli ioni di litio in tutto il settore.

Una batteria invecchiata chimicamente diventa anche meno capace di erogare carichi energetici di picco, specialmente in un basso stato di carica, il che può causare la chiusura improvvisa di un dispositivo in alcune situazioni.

Per aiutare i clienti a saperne di più sulla batteria ricaricabile dell’iPhone e sui fattori che influiscono sulle sue prestazioni, abbiamo pubblicato un nuovo articolo di supporto, Batteria e prestazioni per iPhone.

Dovrebbe essere ovvio che pensiamo che arresti improvvisi e inaspettati siano inaccettabili. Non vogliamo che nessuno dei nostri utenti perda una telefonata, che manchi di scattare una foto o che interrompa qualsiasi altra parte della sua esperienza con l’iPhone se possiamo evitarlo.

Prevenire arresti inattesi
Circa un anno fa in iOS 10.2.1, abbiamo consegnato un aggiornamento software che migliora la gestione dell’alimentazione durante i picchi di carico di lavoro per evitare arresti imprevisti su iPhone 6, iPhone 6 Plus, iPhone 6s, iPhone 6s Plus e iPhone SE. Con l’aggiornamento, iOS gestisce dinamicamente le massime prestazioni di alcuni componenti del sistema quando necessario per evitare uno spegnimento. Sebbene queste modifiche possano passare inosservate, in alcuni casi gli utenti potrebbero riscontrare tempi di avvio più lunghi per le app e altre riduzioni delle prestazioni.

La risposta del cliente a iOS 10.2.1 è stata positiva, poiché ha ridotto con successo il verificarsi di arresti imprevisti. Recentemente abbiamo esteso lo stesso supporto per iPhone 7 e iPhone 7 Plus in iOS 11.2.

Ovviamente, quando una batteria invecchiata chimicamente viene sostituita con una nuova, le prestazioni dell’iPhone tornano normali quando vengono utilizzate in condizioni standard.

Feedback degli utenti recenti
Nel corso di questo autunno, abbiamo iniziato a ricevere feedback da alcuni utenti che stavano vedendo prestazioni più lente in determinate situazioni. Sulla base della nostra esperienza, inizialmente pensavamo che ciò fosse dovuto a una combinazione di due fattori: un normale impatto temporaneo sulle prestazioni durante l’aggiornamento del sistema operativo quando iPhone installava nuovo software e aggiorna app e bug minori nella versione iniziale che sono stati corretti .

Ora riteniamo che un altro contributo a queste esperienze utente sia il continuo invecchiamento chimico delle batterie nei vecchi dispositivi iPhone 6 e iPhone 6s, molti dei quali sono ancora in funzione con le batterie originali.

Affrontare le preoccupazioni dei clienti
Abbiamo sempre desiderato che i nostri clienti potessero utilizzare i propri iPhone il più a lungo possibile. Siamo orgogliosi che i prodotti Apple siano noti per la loro durata e per mantenere il loro valore più a lungo dei dispositivi della concorrenza.

Per rispondere alle preoccupazioni dei nostri clienti, per riconoscere la loro lealtà e riguadagnare la fiducia di chiunque abbia dubitato delle intenzioni di Apple, abbiamo deciso di adottare le seguenti misure:

Apple sta riducendo il prezzo di una sostituzione della batteria iPhone fuori garanzia di $ 50 – da $ 79 a $ 29 – per chiunque abbia un iPhone 6 o successivo la cui batteria deve essere sostituita, a partire da fine gennaio e disponibile in tutto il mondo fino a dicembre 2018. Dettagli sarà presto disponibile su apple.com.
All’inizio del 2018, pubblicheremo un aggiornamento del software iOS con nuove funzionalità che offrono agli utenti una maggiore visibilità sulla salute della batteria del loro iPhone, in modo che possano vedere da soli se le sue condizioni influenzano le prestazioni.
Come sempre, il nostro team sta lavorando su modi per migliorare ulteriormente l’esperienza dell’utente, tra cui migliorare il modo in cui gestiamo le prestazioni ed evitare arresti imprevisti con l’invecchiamento delle batterie.
In Apple, la fiducia dei nostri clienti significa tutto per noi. Non smetteremo mai di lavorare per guadagnarci e mantenerlo. Siamo in grado di fare il lavoro che amiamo solo per la vostra fede e il vostro sostegno – e non lo dimenticheremo mai o lo diamo per scontato.

Ovviamente la traduzione è stata fatta con Google e dunque ci scusiamo per eventuali errori.

Come è possibile notare, dunque, l’azienda ha ammesso almeno parzialmente la problematica ed offrirà un programma di sostituzione delle batterie ad un prezzo scontato per tutti gli utenti che dovranno e vorranno a 29$ contro i 79$ richiesti normalmente; in Italia tale programma sarà attivato nel corso del 2018 senza una data specificata, ma noi di TechDifferent vi terremo comunque aggiornati dandovene notizia non appena essa sarà ufficializzata. Altro punto è il fatto che Apple integrerà in iOS una funzione per poter permettere a tutti i possessori di terminali della mela morsicata di tenere sotto controllo la salute della batteria; infine verranno rilasciati aggiornamenti software dedicati al miglioramento delle prestazioni.

Dunque, finalmente una posizione ufficiale dell’azienda che tende, anche se in parte, la mano agli utenti cercando di arginare e bloccare class action che potrebbero emergere in tutto il mondo; voi cosa ne pensate in merito a queste dichiarazioni di Apple?

Davide

Ho 39 anni, sono appassionato di tecnologia ed in particolar modo di Apple; ma non mi limito a quello, infatti vedrete tante mie recensioni di altri dispositivi e marche.