Sicurezza: lo smartphone si sblocca solo se impugnato dal padrone!

Non si tratta certo di una bufala o di una “baggianata”, anzi è un vero e proprio studio avanzato condotto dal Georgia Institute of Technology. Secondo gli scienziati Americani il modo in cui un utente impugna il proprio smartphone è unico ed inimitabile poichè si basa su fattori inconsci. Proprio questo stato di incoscienza permette di sfruttare l’impugnamento dello smartphone come un vero e proprio sistema di sicurezza altamente affidabile.

La biometria sta diventando lo strumento di sicurezza più utilizzato al mondo, scanner retinici e lettori di impronte digitali continuano a farsi largo anche nella vita di tutti i giorni ma sono comunque violabili con semplici stratagemmi, al contrario uno strumento che si basa su gesti inconsci potrebbe essere estremamente affidabile ed inviolabile.

Una prima versione del software di gestione della sicurezza è già stato messo a punto dai ricercatori e prende il nome di LatentGesture. Un semplice controllo della posizione delle dita e del movimento che esse compiono sullo schermo e sulla scocca permetterà di identificare con buona accuratezza il proprietario del device oppure un estraneo.

È stato dimostrato come dopo un periodo di apprendimento, il software sia in grado di riconoscere correttamente circa il 97% dei proprietari di smartphone ed il 98% dei proprietari di tablet.

Sentiremo ancora parlare di questa funzione e, chissà, magari la vedremo anche implementata sui prossimi top di gamma Android!

razzox

Ragazzo di 28anni appassionato di tecnologia e di telefonia in particolare. Si è avvicinato al mondo del blogging con un precedente progetto ed ora porta le sue conoscenze e la sua passione a tutti gli utenti. Attualmente è co-fondatore e co-amministratore di TechDifferent.it. Test, prove e guide sono il suo pane quotidiano!