Socialmatic: Back to the Future

Mettete insieme il meccanismo di stampa Polaroid con una compatta di medio livello, aggiungeteci un pizzico di Android et voilà, il gioco è fatto: avete creato la Socialmatic.

Di cosa stiamo parlando? Si tratta di un (ex) nuovo progetto, per una volta frutto del Made in Italy, che sta per venire alla luce, o meglio, agli scaffali dei negozi di tecnologia e fotografia. Frutto del lavoro di una start-up italiana, che ha attirato prima l’interesse e poi la collaborazione di Polaroid, il colosso della fotografia istantanea. Questa nuova macchina fotografica compatta (ma non troppo) cerca di mettere insieme tutte le richieste del fotografo casual medio del 2014: fotografie (decenti?), filtri, integrazione con i social e connettività wireless.

Quindi Polaroid cosa c’entra? C’entra per il semplice fatto che, per distinguersi dalla concorrenza, la Socialmatic integra anche il meccanismo di stampa No-Ink di proprietà Polaroid, ed è proprio questa caratteristica che, diciamocelo francamente, potrebbe invogliare all’acquisto.

Immagine7

E’ stato fatto (e continua ad essere fatto, visto che non è ancora stata messa in commercio) un gran lavoro per rendere possibile quello che era solo un sogno: da ultimo la creazione di un vero e proprio social network dedicato, Socialmatic Photonetwork, non ancora accessibile, lo diventerà con il lancio dei primi pezzi della fotocamera.

Ma vediamo un po’ le funzionalità che sono state implementate in questa nuova compatta.

Partiamo dal sensore della fotocamera, anzi delle fotocamere, quella principale e quella secondaria: il primo è dotato di 14 Mpixel, mentre il secondo ci permetterà di scattare gli ormai troppo in voga selfie a 2 Mpixel. Caratteristiche non eccellenti, ma che possiamo definire “nella media”. E’ implementato il flash led, già usato e ri-usato in praticamente la totalità degli smartphone.

Prima ho accennato ad Android: già, l’amato Robottino Verde mette il suo zampino anche qui, in quanto il software che gestisce la Socialmatic è proprio Android-based, per farvi capire dovrebbe essere molto simile a quello implementato sulle Galaxy Camera di Samsung e ci permetterà di installare app, navigare in internet, giocare e, ci assicurano, molto altro.

Immagine9

Un’altra particolarità sta nella parte frontale della fotocamera e consiste in una finestrella multi-uso: la funzione di base sarà quella di mostrare il proprio QR personale per trovarsi più facilmente sul network dedicato, ma si potrà modificare, decidendo di mostrare il proprio stato d’animo, attraverso degli smaily (le volgarmente dette “faccine”), oppure altre finezze: una scelta unica nel suo genere che va ad arricchire l’esperienza d’uso di questo gingillo tecnologico.

Immagine10

Ma veniamo alla parte saliente della Socialmatic: la stampa di foto tramite la tecnologia di Polaroid ZINK Zero Ink: ciò ci permetterà di stampare le foto che più ci piacciono (o tutte, a nostra scelta!) con il metodo che si è sempre usato per le Polaroid. Stiamo parlando di cartucce apposta che vengono inserite nel dorso della macchina e che permettono uno sviluppo rapido senza l’ausilio di inchiostro.

Immagine8

Ovviamente sul dorso troviamo uno schermo touch e oltre alla connettività wireless troviamo quella Bluetooth e il GPS per il geotagging dei nostri scatti.

In attesa di provarla realmente si può dire che l’idea è davvero valida, ma in realtà la speranza è che non siano stati raggiunti troppi compromessi in fatto di qualità di immagine per poter dar spazio a tutte le altre features che sono state inserite. Anche perchè il prezzo di lancio è stato fissato a 299$: una cifra non troppo economica per le lenti montate, ma corretta se si va a considerare tutto l’insieme.

Con questa novità, che verrà lanciata probabilmente dopo l’estate, riuscirà Polaroid a entrare nel mercato della fotografia compatta segnando così un vero e proprio Ritorno al Futuro?

 

 

PgSar

Sono un ragazzo attratto da tutto ciò che è tecnologico, dai dispositivi per il fitness, quelli per il business a quelli per l'home-entertainment.