Google Cardboard, la realtà aumentata passa per il vostro Smartphone

Se credevate che Oculus Rift fosse l’unica azienda ad interessarsi del mercato della realtà aumentata, vi sbagliate perchè molte altre aziende tra cui Google stessa sono interessate.

Oggi parliamo di Google che da pochi giorni ha rilasciato sul Play Store italiano Cardboard un’applicazione che, tramite un apposito kit, permette di fare esperienza della realtà aumentata grazie allo schermo del vostro smartphone.

All’interno di Cardboard, possiamo visitare luoghi tramite Google Earth, fare tour virtuali, guardare video di YouTube, Visitare città con Street View e guardare PhotoSphere. Il Kit tuttavia, bisogna costruirselo e, sebbene tutti gli elementi necessari sono elencati, reperirli tutti per poi assemblarli può richiedere molta pazienza che molti non hanno, me compreso.

Per questo Dodocase rende disponibile il Kit già assemblato al prezzo di 24,95 dollari più spedizione che potete acquistare da qui. Il prezzo è molto competitivo in quanto il costo dei singoli componenti si aggira intorno ai 45 dollari.

Google continua ad innovare e secondo me con Cardboard, che se avete voglia e tempo vi consiglio di provare, ha fatto segno in quanto oggigiorno moltissime persone possiedono uno smartphone e grazie a questa applicazione Google può spargere la voce e rendere possibile a tutti, ad un prezzo contenuto, la realtà aumentata, una tecnologia che potrebbe rivoluzionare il modo con cui siamo abituati ad interagire con l’ambiente nel giro dei prossimi anni.

Vi lascio al download di Cardboard e vi invito anche a scrivere nei commenti cosa ne pensate di Cardboard o in generale del progetto.

 

Alessandro Brunello

Sono un giovane studente appassionatio di tecnologia in particolare del mondo relativo ad Android ed ai PC. Queste due piattaforme mi stupiscono per la loro capacità di evoluzione costante e per la libertà fornita all'utente di modding. Ho iniziato a scrivere per TechDifferent sin dalla sua nascita ormai e ne sono più che orgoglioso. Continua a seguirci per vedere la nostra continua evoluzione con #TDEvolve