Android, alzati e cammina! Ecco come “resuscitare” il vostro Android!

Il vostro Android vi sembra morto? Non si accende, nemmeno dopo aver tolto e rimesso la batteria? Secondo me no, non è morto e in questo breve articolo vi metterò a conoscenza di un’app “nascosta” che nella maggior parte dei casi ci permetterà di rendere il nostro Android come nuovo: sto parlando della Recovery Mode.

Ho parlato di un’ app, e voi vi starete chiedendo: “Ma se ti ho detto che non mi si accende neanche?”. Domanda più che lecita, ma è un app che si può, anzi si deve, avviare a terminale spento, tramite un’apposita combinazione di tasti, spesso Vol+, Home e Tasto di Accensione, ma NON è sempre così.

Una volta premuti questi tasti, lo smartphone che credevate morto per sempre dovrebbe magicamente accendersi, ma non si avvierà normalmente (altrimenti che fatica inutile sarebbe stata premere tre tasti insieme?), bensì in modalità Recovery, per l’appunto: vi troverete davanti una schermata molto semplice, a menù, che vi permetterà di eseguire varie operazioni.

Da qui si può facilmente fare un “Factory Reset“, cioè un reset del telefono alle impostazioni di fabbrica, il più radicale tra tutti i reset che potrete mai fare su un cellulare: così facendo il sistema si riporterà nelle condizioni in cui lo avete trovato al momento dell’acquisto, eliminando tutti i vostri dati, ma anche liberandovi da quel senso di impotenza che aleggiava sopra di voi una volta constatata la (presunta) morte del vostro Robottino.

RecoveryUna volta rimesso in piedi il vostro amato (si spera) Android, cercate di evitare gli stessi errori che vi hanno portato in quella spiacevole situazione: dicono che perseverare non sia proprio umano.

P.S.: per uscire dalla Recovery Mode, se ci siete entrati per sbaglio o per curiosità, cercate l’opzione “Reboot System Now“, e il telefono andrà ad avviarsi normalmente.

PgSar

Sono un ragazzo attratto da tutto ciò che è tecnologico, dai dispositivi per il fitness, quelli per il business a quelli per l'home-entertainment.