Instax Share SP-1: Focus

Dopo avervela presentata in un confronto sommario con Socialmatic, oggi ve la descriverò più dettagliatamente. Sto parlando della Instax Share SP-1 di Fujifilm.

Si tratta di una stampante portatile che permette di stampare dal vostro smartphone le foto in formato 46 x 62 (mm), cioè nella dimensione delle pellicole Instax Mini, anch’esse di proprietà Fujifilm.

instaxminifilm1

La stampante ha un funzionamento molto semplice: tramite l’app dedicata (Instax SHARE), disponibile sia sul Play Store di Android che sull’App Store di Apple, si invia alla SP-1 la foto che si desidera stampare (tramite collegamento wireless) e la Instax Share provvederà a fissare il nostro indimenticabile momento sulla pellicola.

Nell’app troveremo dei modelli per abbellire la stampa della nostra foto e potremo aggiungere, per esempio, il logo di Instagram con il nostro nome utente o altri simpatici disegni. Inoltre non possono ovviamente mancare i filtri: dal Filtro Intelligente Fujifilm ai più classici bianco/nero o seppia. La condivisione sui social è ovviamente presente.

feature02_img_02

La stampante, oltre che con gli smartphone o tablet, è compatibile anche con alcune fotocamere Fujifilm: la X-M1, la X-A1 e la XQ1.
Sul lato superiore della stampante troviamo dei led che ci indicheranno lo stato della batteria e il numero di pellicole rimaste nel caricatore (che al massimo ne contiene 10). Fujifilm ci assicura che il tempo tra l’invio alla SP-1 del file e l’effettiva stampa non supererà i 16 secondi, quindi una velocità molto buona che ci permetterà di godere dei nostri scatti in modo istantaneo.

feature01_img_01

La batteria ha una durata di circa 100 stampe, oltre le quali dovremo cambiare le due pile CR2 che nutrono la nostra SP-1; in alternativa si potrà acquistare l’alimentatore di corrente, venduto però separatamente.

Il design della stampante è molto pulito, essenziale, mentre l’unica colorazione disponibile prevede il bianco della SP-1 che fa risaltare i led azzurri.

Instax Share

Il prezzo è di circa 160€ ma la vera spesa saranno le pellicole: la cartuccia da 10 pellicole costa 10€: una spesa comunque non indifferente. Vi ricordo che la pellicola usa la tecnologia Zink, grazie alla quale non è necessario l’utilizzo di inchiostro per la stampa, così come accade per le pellicole di Polaroid.

Fonte

 

PgSar

Sono un ragazzo attratto da tutto ciò che è tecnologico, dai dispositivi per il fitness, quelli per il business a quelli per l'home-entertainment.