Galaxy S4 prende fuoco, Samsung pronta a sostituirlo e HTC coglie l’occasione

Se ormai le notizie riguardanti gli incendi siano noti, quando ciò accade è sempre uno scandalo, che va ad influire sulla credibilità dell’azienda.

Sotto questo profilo, Samsung sembra essere il migliore bersaglio, in quanto, l’anno scorso con Galaxy S3 e quest’anno con Galaxy S4, è sempre sulla bocca di tutti con gli episodi di incendi dei propri smartphone.

Questa volta ci spostiamo in Texsas dove il Galaxy S4 di una tredicenne ha improvvisamente preso fuoco dopo essere stato riposto sotto il cuscino del letto per qualche ora.

Il letto della tredicenne si è completamente bruciato ma, fortunatamente, nell’incendio nessuno si è ferito o ha perso la vita. La causa potrebbe essere ricondotta all’utilizzo di una batteria non originale, che si è surriscaldata al punto di provocare l’incendio dello smartphone.

Samsung dalla sua parte si è impegnata a sostituire il device danneggiato, il letto e cuscino andati letteralmente in fumo, anche se gli utenti vengono avvisati come limitare l’afflusso di aria allo smartphone potrebbe causare l’incendio o addirittura l’esplosione dello stesso :

“Coprire il dispositivo con coperte, il prorpio corpo, abiti attillati, o qualsiasi altro materiale che modifica sostanzialmente l’afflusso di aria può influire significativamente alle performance del dispositivo e rappresenta un possibile rischio di incendio o esplosione, che possono danneggiare seriamente il corpo o oggetti” -Avvertimenti di Samsung presenti nei manuali dello smartphone.

HTC non si è lasciata sfuggire l’ottima occasione, decidendo di entrare nella vicenda omaggiando di un nuovo HTC One M8 la sfortunata tredicenne che ora si ritrova con due nuovi smartphone ed un letto tutto nuovo, sul quale starà attenta a non lasciare i due nuovi dispositivi.

 

Alessandro Brunello

Sono un giovane studente appassionatio di tecnologia in particolare del mondo relativo ad Android ed ai PC. Queste due piattaforme mi stupiscono per la loro capacità di evoluzione costante e per la libertà fornita all'utente di modding. Ho iniziato a scrivere per TechDifferent sin dalla sua nascita ormai e ne sono più che orgoglioso. Continua a seguirci per vedere la nostra continua evoluzione con #TDEvolve