Bose accusa Beats di aver violato alcuni bevetti

Come tutti ormai sappiamo Beats, nella divisone Electronics e Music, è stata acquisita da Apple. L’azienda di Cupertino però si troverà adesso ad affrontare l’ennesima causa legale intentata da Bose con l’accusa di violazione di brevetti da parte di Beats.

Infatti secondo Bose, Beats avrebbe violato 36 brevetti che corrispondono a 50 anni di ricerca, sviluppo e innovazione nel campo musicale.

In modo particolare i presunti brevetti violati da Beats sono inerenti a tecnologie adottate per la riduzione del rumore di riproduzione e i prodotti di Beats incriminati sarebbero le Beats Studio e le Beats Studio Wireless. Bose ne rivendica la proprietà intellettuale affermando che tali tecnologie erano già presenti nei loro prodotti quali in-ear Bose QuietComfort 20 e Bose QuietComfort 20i.

Cinque sarebbero i brevetti più importanti che Beats avrebbe violato tra cui un sistema per ridurre la latenza nei segnali digitali, la compensazione delle alte frequenze, la configurazione di segnali e filtri ANR e la compensazione digitale in fase delle alte frequenze.

Da parte di Apple e in particolare Beats nessun commento ancora a riguardo. Vi terremo aggiornati sulla faccenda.