Blood Bowl disponibile per Android e iOS, panoramica per i neofiti

Come vi avevamo preannunciato ieri, nella mattinata di oggi è stato rilasciato il nuovo titolo di Cyranide Studio per i tablet: Blood Bowl.

20130312053809a0df66wo5i8ry1um

In attesa di recensirlo vi forniamo un’anteprima su quello che è un gioco molto controverso.Partiamo dalle basi: che tipologia di gioco è? Come già anticipato è un titolo che mischia diversi generi al suo interno, prendiamoli in esame uno alla volta.

1) Sportivo: è la base, visto che lo sfondo del gioco saranno le partite a quello che si può lontanamente chiamare football americano. Non mancherà la linea del touchdown e il calcio d’inizio come per lo sport made in USA, ma le somiglianze finiscono qui. Non ci sono veri e propri quarterback o cose simili: troveremo altri ruoli, che si integrano però con la seconda componente di Blood Bowl.
2) GDR Fantasy: ci troveremo a giocare con umani o orchi (nella versione base), ma anche con nani, skaven, elfi e caos (acquistabili direttamente in-game). Ogni razza avrà le sue peculiarità, i punti deboli e le strategie più adatte per far propria la partita. Tra gli orchi troveremo quelli grossi, che riusciranno a mettere KO un avversario, ma talmente stupidi da non riuscire a muoversi per un po’, mentre gli elfi spiccheranno per agilità, ma in quanto a forza… beh, meglio lasciare stare. Chi ha avuto a che fare con i giochi di ruolo saprà di cosa parlo, e vista la proliferazione di questo genere mi immagino che tutti sappiate di cosa sto parlando. Nella stessa razza troveremo inoltre personaggi con ruoli diversi: per riprendere l’esempio di prima tra gli orchi ci sarà si quello gigante e stupido ma ci sarà anche quello leggermente più piccolo con capacità di presa o passaggio migliori.
3) Strategico: essendo un gioco nato come board game di Games Workshop non poteva non mancare una parte di strategia. Il gioco si svolge a turni e le azioni sono controllate dal lancio dei dadi, che non sono i soliti dadi con i numeri che vanno da 1 a 6, ma dadi creati ad hoc per questo gioco.

BloodBowlChaos_2013-01-17_14-17-26_001

La modalità giocatore singolo offre la possibilità di creare partite veloci oppure di affrontare un campionato vero e proprio, con tanto di “Blood Bowl mercato”.

Il gioco è da tempo presente per PC e quest’inverno dovrebbe uscire il seguito, ossia Blood Bowl 2. Proprio la disponibilità per PC ha fatto sì che si potesse implementare il multiplayer cross-platform, una chicca che davvero pochi titoli sono riusciti a portare con sè: da Android si potranno sfidare giocatori su iPad e su PC e ovviamente viceversa, fatto che tenderà a rinvigorire la community di questo gioco che al momento non è propriamente uno dei più famosi. Oltre al cross-platform sarà possibile sfidare i propri amici sullo stesso tablet, essendo un gioco a turni, semplicemente passandolo di mano.

Proprio l’aggiunta di queste features potrebbe andare a tamponare l’unica vera pecca del gioco (detto prima di provarlo), cioè il costo: le razze disponibili al momento del download del gioco saranno solo umani ed orchi, mentre le altre saranno a pagamento, ma contrariamente a quello che si può pensare Cyranide non ha pensato ad un gioco free-to-play, in quanto è scaricabile previo pagamento di una somma considerevole, 4.5€ che sinceramente, per avere un gioco incompleto sembra un po’ alta.

4_1349459694

Nei prossimi giorni lo proveremo e vi faremo sapere le nostre impressioni, ma se siete così impazienti di scaricarlo per il vostro tablet (si è disponibile solo ed esclusivamente per tablet) ecco i link:

Play Store
App Store

(Le immagini si riferiscono alla versione per PC)

PgSar

Sono un ragazzo attratto da tutto ciò che è tecnologico, dai dispositivi per il fitness, quelli per il business a quelli per l'home-entertainment.