TOR sotto attacco a rischio la privacy degli utenti

A quanto pare il compenso offerto dalla Russia per chi fosse riuscito a bucare la rete anonima di TOR ha prodotto i suoi risultati. Il servizio è stato attaccato da cracker ed hacker che creando nuovi potenti relay sono stati in grado di ritrasmettere le informazioni cifrate rendendole visibili da terzi.

L’attacco è stato confermato dagli sviluppatori della Onion Router che è stato registrato nel periodo di tempo che va dal 30 Gennaio al 4 Luglio 2014. Secondo i ricercatori TOR sono stati creati nuovi relay che permettono di tracciare la posizione degli utenti e modificando il protocollo della rete i malintenzionati sono in grado di spiare le operazioni che essi eseguono.

Un dato non ancora del tutto confermato è che gli utenti che hanno utilizzato il servizio in questo arco di tempo sono stati tracciati. Secondo l’organizzazione TOR l’attacco sarebbe partito da un paio di ricercatori Statunitensi che si difendono dichiarando di aver portato alla luce falle di sicurezza che esistono nel sistema per rendere più sicuro il progetto.

Anche questo progetto è stato vittima di attacchi e ci si chiede se questo servizio sarà ancora sicuro come lo è stato in passato. Per il momento la privacy nella vita digitale è solo un lontano sogno.

Via