Google chiarisce l’uso del suo rivelatore pedopornografico

Google è diventato sempre più un colosso di internet e, come ben sappiamo, i nostri dati non sempre vengono trattati con la giusta privacy; è proprio di queste ore la notizia che l’azienda di Mountain View ha fatto arrestare un molestatore sessuale perché, nel suo account Gmail, sono state trovate foto illegali di bambini.

Nonostante la soffiata benevole, ci sono state alcune critiche che riguardano proprio la privacy degli utenti, in particolare molti si chiedono se Google monitori costantemente le nostre mail.

A chiarire questi dubbi è stato un portavoce di Gmail che, contattato da AFP, ha spiegato come Google abbia una tecnologia specifica che rintraccia, all’interno delle email, immagini con abusi sessuali su minori.

Inoltre, il rappresentante di Gmail, ha aggiunto che questo speciale software è in grado di tracciare solamente azioni pedopornografiche, ma che non può analizzare e rintracciare ogni tipo di altra attività criminale.

Fonte

Cristian

Sono appassionato di tecnologia, programmazione web e Android.