Bootloader sbloccato in poche mosse su Moto X e molti altri smartphone!

Nel corso della conferenza Black Hat 2014 che si sta svolgendo proprio in questi giorni Dan Rosenberg, un famoso hacker, ha dimostrato al pubblico come sia relativamente semplice sbloccare il bootloader del Motorola Moto X. La notizia è di particolare importanza per il semplice motivo che Motorola permette lo sblocco mediante il suo tool ma questo sistema lo aggira.

Stando a quanto dichiarato, non sarebbe solo il Motorola Moto X ad essere interessato dalla falla sfruttata per l’intrusione, un gran numero di smartphone con processore Snapdragon ne sarebbe soggetto.

L’hacker ha riferito che il problema di sicurezza riguarda i processori ARM che sfruttano la funzione  Trust Zone. Proprio questa funzione dovrebbe essere un’ottimo baluardo per la sicurezza dei nostri sistemi ed invece lascia aperto uno spiraglio per le intrusioni.

HTC One M7, Galaxy S4, Galaxy Note 3, LG G2 ed anche Nexus 4 e Nexus 5 sarebbero vulnerabili ma il problema è facilmente risolvibile con un update software, proprio come già avvenuto per Galaxy S5 ed HTC One M8.

Dan Rosenberg non esclude che i produttori siano già corsi ai ripari agendo anche su altri dispositivi ma, uno smartphone non aggiornato è sicuramente uno smartphone vulnerabile!

Via.

razzox

Ragazzo di 28anni appassionato di tecnologia e di telefonia in particolare. Si è avvicinato al mondo del blogging con un precedente progetto ed ora porta le sue conoscenze e la sua passione a tutti gli utenti. Attualmente è co-fondatore e co-amministratore di TechDifferent.it. Test, prove e guide sono il suo pane quotidiano!