Settembre 2014 come Gennaio 2007? Cook testimone di una nuova rivoluzione tecnologica? [EDITORIALE]

Finalmente è ufficiale: l’evento mediatico più atteso per tutto l’anno dai fanatici della mela è arrivato. Cosi come si vociferava da tempo, il 9 settembre, come di consueto, Tim Cook e i suoi saliranno nuovamente sul palco per presentare al mondo i nuovi prodotti della casa di Cupertino e mostrare in maniera più approfondita iOS 8 e OS X Yosemite presentati all’inizio di Giugno alla WWDC 2014.

L’invito di quest’anno che Apple ha inviato ai media è molto più sobrio rispetto a quello degli altri anni, sempre nello stile dell’azienda, ma questa volta, tranne il solito slogan, non troviamo altro che una mela. Difficile quindi cercare di capire cosa l’azienda di Cupertino avrà da svelarci quest’anno, sta di fatto che, in particolar modo dalla WWDC 2014, possiamo considerare inaugurata l’era Cook e, seppur difficile a dirlo, abbandonata (anche se non del tutto) l’era Jobs.

Prima di continuare il discorso cerchiamo di fare il punto della situazione, chiarendo i rumor che sino ad ora ci sono pervenuti e ipotizzando, invece, a grandi linee, ciò che Apple, quasi sicuramente, presenterà.

RUMOR

Secondo i rumor ci saranno due modelli di iPhone, uno da 4.7 e uno da 5.5 pollici, con un design totalmente rinnovato, vetro zaffiro che probabilmente troveremo solo su uno dei due modelli, flash TrueTone circolare, fotocamera migliorata e sporgente per via del design, tasto di accensione/spegnimento/standby sul lato del dispositivo e cavo lightning rinnovato con l‘USB reversibile. Si vocifera poi il tanto atteso iWatch, anch’esso con un display in vetro zaffiro, i più disparati sensori per salute e fitness, display circolare, diverse dimensioni e modelli per adattare il prodotto alle diverse esigenze e gusti; troveremo quindi modello uomo, donna, sport ecc.

IPOTESI

Tralasciando i rumor, ciò che possiamo dire di per certo e che Apple quest’anno presenterà almeno un nuovo modello di iPhone, più grande, dal design rinnovato, con nuovi materiali e hardware migliorato e potenziato. Sicuramente Apple è al lavoro su uno smartwatch o dispositivo simile ma non è detto che potrebbe arrivare il 9 settembre, forse più tardi o addirittura nel 2015. Potrebbero essere presentati anche nuovi dispositivi della gamma Mac in quanto, pur avendo avuto degli aggiornamenti hardware nel corso degli anni, non abbiamo assistito ad un radicale cambio di hardware o di estetica perchè no. Le probabilità della presentazione dei nuovi Mac sono tuttavia molto inferiori.

Continuando il discorso, cosi come avevamo detto da dove avevamo lasciato, soprattutto dalla WWDC 2014 possiamo considerare inaugurata l’era Cook. Tante, tante novità presentate soprattutto in campo mobile, quando invece tutti si aspettavano che il punto forte della presentazione dovesse essere OS X Yosemite, puntare tutto sugli sviluppatori e dare loro ancor più vaste possibilità visto che sono loro che, prima dell’azienda, fanno un sistema operativo e creano quella che viene definita user experience o esperienza utente che dir si voglia. Se vogliamo, possiamo considerare questi primi anni di Cook degli anni molto intensi per quanto riguarda l’introduzione di nuovo software e hardware e, seppur con qualche nota di esagerazione, possiamo dire che sono state presentate più novità con iOS 8 che non in tutti i precedenti anni messi insieme (non a caso è stata dedicata una parte intera della conferenza per illustrare strumenti e novità messe a disposizione   degli sviluppatori).

Ed ora il grande momento, quello decisivo se vogliamo. Il 9 Settembre, se si realizzeranno le previsioni e i rumor, avremo la certezza che Apple sta cambiando, in meglio. Seppur rimanendo legata alla tradizione e alla filosofia su cui è stata fondata, con Cook è arrivata una ventata d’aria fresca, di rinnovamento estremo e di tanta voglia di fare. Insieme. Insieme a delle altre persone capaci e carismatiche come Craig Federighi che ha dimostrato di essere dotato di grande talento e capacità e che insieme agli altri settori come quello del design guidato da Ive, sono in grado di creare prodotti semplicemente e meravigliosamente fantastici. Ed inoltre, rivolto a tutti quelli che dicono “Se Steve Jobs fosse ancora vivo…” Si, se ci fosse stato Steve Jobs avrebbe permesso tutto ciò e sarebbe stato lui a portare avanti l’era del cambiamento di Apple (se cosi possiamo definirlo). Pensiamoci. E’ stato Steve a scegliere Cook come suo successore, è stato Steve a credere in persone come Federighi o nel genio creativo di Ive, colui che ha plasmato i sogni di un genio visionario e li ha fatti diventare realtà. E se avesse sbagliato tutto? Certo tutto possono sbagliare ma non è questo il caso. Negli ultimi tempi, con Cook alla guida di Apple, ogni qualvolta l’azienda sta lavorando ad un nuovo prodotto si vengono a creare delle ondate mediatiche che da sole basterebbero a vendere quel prodotto. Ma non sono io a dire questo, sono gli stessi dati che lo confermano. Prima come non mai le stesse azioni sono salite in borsa repentinamente raggiungendo quote record anche dopo lo split azionario.

Perciò concludiamo questo articolo dicendo che cosi come Jobs ha cambiato il mondo della telefonia mobile introducendo l’iPhone nel Gennaio 2007, cosi da qui in avanti l’era Cook porterà cambiamento in Apple volto al rinnovamento che porterà l’azienda di Cupertino a rivivere i suoi anni d’oro.

Seguimi su Twitter e partecipa alla discussione con un commento o con un Tweet.