Ultra Street Fighter IV: il re dei picchiaduro è arrivato al suo ultimo round!

Il picchiaduro più importante degli ultimi anni, quello che ha saputo riportare alle luci della ribalta un genere che sembrava ormai morente, si ripresenta in una nuova, ennesima, versione.

Questa volta ci troviamo di fronte l’edizione Ultra, che dopo quella normale, la Super, la Arcade Edition, aggiunge ulteriori modifiche, modalità, personaggi, scenari al gioco.

Foto1

Attenzione però: per coloro che non apprezzano particolarmente il genere, e quindi non lo approfondiscono più di un certo livello, questa potrebbe sembrare una mossa inutile, un capitolo che, proprio come i giochi sportivi, è uguale al precedente; ed invece non è così, anzi, i cambiamenti apportati sono importantissimi, ma si rivolgono ad un pubblico di pro gamer, che passano ore ed ore ad allenarsi e scoprire ogni singolo frame del gioco.

Tra le caratteristiche più evidenti abbiamo cinque “nuovi” personaggi (arrivando così ad un totale di 44 lottatori), che poi del tutto nuovi non sono: quattro infatti sono stati ripresi da Street Fighter x Tekken (Hugo, Rolento, Elena e Poison) mentre l’unico inedito è Decapre, una Cammy con costume e mosse diverse.

Foto2

Abbiamo poi, oltre ad un ribilanciamento dei personaggi – la cosa sicuramente più gradita ai giocatori esperti – nuove modalità, come Eliminazione a squadre (stile The King of Fighters), una sala di allenamento mentre si aspetta il proprio turno online (cosa che molti utenti aspettavano), arrivando addirittura ad una simulazione del lag durante l’allenamento.

Meccaniche inedite sono anche il Red Focus, che ci permetterà, al costo di due barre meter, di assorbire più di un colpo avversario, per poi sferrare il nostro in grado di stordirlo, la possibilità di scegliere la doppia ultra (al costo di diminuire del 30% il danno inferto), ed infine il delayed wakeup, ovvero il poter decidere il tempismo con cui rialzarsi dopo un atterramento (mossa di importanza cruciale in quanto può destabilizzare il tempismo dell’avversario).

Foto3

Insomma per i fan sfegatati del genere, ed i giocatori competitivi, è ovviamente un acquisto imprescindibile, in quanto sono quelli a cui i cambiamenti apportati sono rivolti e quelli che sapranno realmente riconoscerli ed apprezzarli; per tutti gli altri, se non avete ancora nessuno dei capitoli precedenti, è un acquisto doveroso in quanto miglior rappresentante del genere, altrimenti valutate molto attentamente, anche prendendo in considerazione l’upgrade possibile via dlc a soli 15€.

Riccardo

Da sempre amante della tecnologia in tutte le sue espressioni, ho in particolare la passione per il gaming, che non considero affatto una cosa per soli ragazzi ma che, a mio parere, nelle sue forme più alte è ormai un mezzo d'espressione al pari del cinema. Amo anche i fumetti e la lettura, ho interesse anche per le arti grafiche, come il disegno, e studio Architettura, sempre alla ricerca di nuovi stimoli e spunti di riflessione.