Apple smentisce bug in iCloud e “Trova il mio iPhone”

Tramite un comunicato ufficiale, Apple ha smentito che le immagini rubate alle celebrità, non è stata colpa di un bug né di iCloud né di “Trova il mio iPhone”. Eccolo tradotto in italiano:

“Abbiamo voluto fornire un aggiornamento per la nostra indagine sul furto di foto di alcune celebrità. Quando abbiamo appreso del furto, eravamo indignati e subito abbiamo mobilitato gli ingegneri di Apple per scoprire la falla. La privacy e la sicurezza dei nostri clienti sono della massima importanza per noi. Dopo più di 40 ore di indagini, abbiamo scoperto che alcuni account di celebrità sono stati compromessi da un attacco molto mirato sui nomi utente, password e domande di sicurezza, una pratica che è diventata fin troppo comune su Internet. Nessuno dei casi di cui abbiamo indagato è risultata una violazione di uno dei sistemi Apple inclusi iCloud® o Trova il mio iPhone. Stiamo continuando a lavorare con le forze dell’ordine per aiutare a identificare i criminali coinvolti.

Per proteggersi da questo tipo di attacco, consigliamo a tutti gli utenti usanare sempre la verifica in due passaggi. Vi rimandiamo al nostro sito web http://support.apple.com/kb/ht4232.”

Quindi, secondo questo comunicato, le password e le domande di sicurezza delle star erano molto semplici da intercettare.

Via

Davide

Ho 39 anni, sono appassionato di tecnologia ed in particolar modo di Apple; ma non mi limito a quello, infatti vedrete tante mie recensioni di altri dispositivi e marche.