Consiglio Europeo: “Internet attualmente è in grado di violare i nostri diritti”

A Strasburgo nella giornata dell’8 Dicembre 2014  sono state proposte una serie di raccomandazioni che puntano alla tutela dei diritti di qualsiasi individuo ma soprattutto gli utenti che direttamente hanno a che fare con l’utilizzo del Web e delle nuovo tecnologie.

Ad annunciare i nuovi provvedimenti Nils Muiznieks, commissario dei diritti umani del consiglio Europeo. Muiznieks definisce internet come potenziale distruttore della nostra privacy, varando quindi una serie di punti che danno delle linee guida su come devono essere i sistemi tecnologici che oggi utilizziamo in modo da prevenire qualsiasi forma di violazione dei diritti. Il testo del commissario è diviso in 7 raccomandazioni principali e in diversi articoli per ognuna di esse. Per leggere i sette punti leggere l’articolo di TechEconomy.it

Nils Muiznieks - Commissario dei diritti umani
Nils Muiznieks – Commissario dei diritti umani

Il commissario nel suo rapporto scrive “Più le persone usano internet e il mondo digitale per comunicare, informarsi, divertirsi o altro, più diventa difficile garantire il loro anonimato. Più dati lasciamo nel mondo digitale più diventa facile individuarci”. Secondo Muiznieks il suo è un testo internazionale che interessa tutti e in quanto tale dovrebbe essere preso seriamente in considerazione anche dagli Stati Unti d’America.

Via