Recensione Asus Vivo PC VC60, il compromesso tra dimensioni e performance

Nel mondo dei PC fissi assistiamo a veri mostri di potenza che però non riescono a coniugare le performance con le dimensioni, oggi andremo a vedere l’Asus Vivo PC VC60 che riesce a coniugare queste due caratteristiche in un “case” compatto.


Partiamo allora dalla confezione che ci mette a disposizione:

-Mouse e tastiera dalla fattura cheap ma che comunque sono ben apprezzati visto che sono veramente rari da trovare in confezioni di altri competitor

-Supporto Vesa per poter installare il PC sul retro di un monitor (con viti annesse)

-Caricatore con alimentatore esterno

P1040638

-Asus Vivo PC VC60

Abbiamo visto come la dotazione sia veramente ricca ma andiamo a vedere quale hardware alimenta questo mini PC. Sotto la scocca in plastica, con finitura finto alluminio satinato, troviamo un Intel Core i5 Dual-core, 4GB di memoria RAM, 1TB di Hard Disk e la scheda grafica, sempre se così possiamo definirla è una Intel HD4000 ovvero una scheda integrata.

Partendo proprio dalla parte grafica notiamo subito come la Intel HD 4000 non sia in grado di gestire particolari effetti grafici testati su Heaven Benchmark, infatti se ad un’impostazione grafica alta il framerate non adava oltre i 6 fps, diminuento il dettaglio e la risoluzione sono riuscito a raggiungere i 12 fps, framerate che tuttavia è rimasto proibitivo per un qualunque scenario di gaming.

Ok, se quindi la parte grafica di questo PC, non è stata pensata per il gaming? Beh il processore Dual-core non è certamente il migliore che troviamo sul mercato, tuttavia, se l’utilizzo che ne facciamo è prettamente limitato a browsing e creazione di documenti con Word o Exel ( anche Power Point o qualunque altro programma voi abbiate 😉 ) le performance sono molto buone ma, se messo sotto stress, il computer tenderà a bloccarsi per qualche minuto costringendoci a riavviare il dispositivo.

Asus inserisce alcune applicazioni spazzatua che vanno solamente a rallentare l’utilizzo del computer (che vede come sistema operativo windows 8.1), infatti appena avviato il computer ci troveremo a dover fare i conti con due applicazioni per il monitoraggio della RAM e dell’utilizzo dell CPU, che di fatto vanno solamente a prendere spazio nel desktop. Oltre a queste due applicazioni che mi hanno fatto storcere il naso ma che comunque a qualcuno potrebbero essere utili (ma solamente una delle due), troviamo CrystalDisk mark (programma per conoscere la velocità di scrittura e lettura del disco, che nel caso specifico si è attestata attorno ai 90 mb per entrambi i valori), troviamo anche Asus Cloud storage, molto utile per chi possiede più dispositivi e in particolar modo PC Asus, infatti abbiamo a disposizione 32GB su cloud, e altre applicazioni che sono mostrate nella recensione completa.

Dopo aver visto un po quelli che sono i pregi del PC, è ora delle critiche. Infatti se la qualità costruttiva e le performance possono essere giuste per un dispositivo di questa fascia e con queste prospettive, ci sono comunque aspetti che fanno storcere il naso a chiunque. Una di queste è certamente la ventolina che si fa sentire costantemente e che non ci lascia mai, proprio come un fedele compagno. Tuttavia, qunado il PC viene messo sotto stress, complici i 2300 RPM, il rumore generato si fa sentire ancora di più e se siamo in ambienti silenziosi diventa anche leggermente fastidiosa.

L’altro aspetto negativo è che potrebbe influire sulla vita del dispositivo è la possibilità di upgrade della RAM; se infatti l’upgrade dell’Hard Disk è abbastanza semplice, dopo aver superato le viti strette con maniacale forza, l’upgrade della RAM risulta praticamente impossibile a causa dello stesso posizionamento degli slot (nella video recensione si vede chiaramente) che impedisce qualunque intervento da parte dell’utente, che quindi dovrà convivere con il quantitativo di RAM selezionato all’acquisto.

Malgrado questi piccoli inconvenienti, infatti la frequenza della ventola può essere modificata all’interno del BIOS, questo Asus Vivo PC è certamente un ottimo dispositivo per chi non usa applicazioni con richieste grafiche particolarmente elevate che per dimensioni è sicuramente il migliore nel suo genere, che secondo me rimane il giusto compromesso tra dimensioni e performance pur offrendo una vasta possibilità di connessioni grazie alle porte che, sebbene scomode da raggiungere, sono complete di tutte le uscite di cui potremmo avere bisogno.

P1040633

Vi lascio alla video recensione e vi invito ad iscrivervi al nostro canale YouTube per essere sempre aggiornati sull’uscita di nuovi video e sul MWC15

 

 

Alessandro Brunello

Sono un giovane studente appassionatio di tecnologia in particolare del mondo relativo ad Android ed ai PC. Queste due piattaforme mi stupiscono per la loro capacità di evoluzione costante e per la libertà fornita all’utente di modding. Ho iniziato a scrivere per TechDifferent sin dalla sua nascita ormai e ne sono più che orgoglioso. Continua a seguirci per vedere la nostra continua evoluzione con #TDEvolve