FLIR ONE: Ecco la seconda generazione

 

FLIR ONE è un interessante dispositivo, sviluppato negli Stati Uniti, che consente la visione di una porzione di onde elettromagnetiche che normalmente l’occhio umano non potrebbe cogliere, ovvero quella infrarossa. Utilizzando speciali sensori sviluppati originariamente per uso militare, converte calore emesso da qualsiasi fonte, in immagini a colori.

La prima generazione di FLIR ONE era stata resa disponibile per iPhone 5/5s, ad un prezzo che attualmente è sceso a 149.99$ (129.99 Sterline). Ora è stata annunciata la seconda generazione, migliorata da un punto di vista hardware e con un diverso form factor rispetto alla precedente, compatibile sia con alcuni dispositivi Android che con tutti i più recenti dispositivi iOS, dotati di connettore lightning, ad un prezzo di 249.99$ (199 Sterline). Le spedizioni sono previste anche in Europa.

Ma quali sono le caratteristiche di questo device e perché dovrebbe entrare nella nostra “lista dei desideri”?

 

FLIR ONE - Seconda generazione
FLIR ONE – Seconda generazione

 

Le specifiche tecniche sono:

– Doppia lente che consente di rilevare, ad una distanza massima di 30 metri, le diverse fonti di calore ed utilizzare l’immagine reale (risoluzione VGA) per aggiungere i dettagli a ciò che stiamo visualizzando, come se stessimo utilizzando una matita per definire i contorni degli oggetti (Tecnologia MSX),

– Immagini ottenute ad una risoluzione di 640X480,

– Temperatura di esercizio da 0 a 35°C, con una capacità di rilevazione della temperatura degli altri soggetti compresa tra -20° e 120°C, e di cogliere variazioni dell’ordine di 0.1°C,

– Batteria indipendente,

– Peso di circa 30 grammi, con una lunghezza di circa 72 mm ed una profondità di 18 mm,

 

FLIR ONE - Esempio di rilevazione termica
FLIR ONE – Esempio di rilevazione termica

 

I possibili utilizzi del FLIR ONE sono molteplici ed includono:

– Utilizzata in esterno, in condizioni di scarsa illuminazione (di notte) ed in presenza di notevole vegetazione, consente di rilevare facilmente animali e persone. Può essere usata anche per capire, nel caso di un campeggio ad esempio, se il fuoco è stato realmente spento o no,

– In casa, permette di rilevare zone di dispersione energetica o punti dove il calore è eccessivo (un solaio, prese elettriche o tubi ad esempio) consentendo la prevenzione di incendi e di incidenti domestici,

– Sempre in casa, può aiutare nel prevenire/riparare danni da fuoriuscite di acqua o nel trovare blocchi nel deflusso dell’acqua stessa, come accade spesso nelle tubature dei lavandini,

– Per puro divertimento, utilizzando alcune delle funzionalità che permettono di sbizzarrirsi in creatività, durante la ripresa di immagini.

Come detto in precedenza non tutti dispositivi iOS ed Android sono attualmente compatibili con il FLIR ONE. Nello specifico, per iOS la lista (definitiva) comprende iPhone 6 / iPhone 6 Plus, iPhone 5 / iPhone 5s, iPad Air / iPad Air 2, iPad Mini / iPad Mini 3 ed iPad (4a Generazione) con disponibilità immediata.

Per Android la situazione è ancora in via di definizione ed è pertanto consigliabile consultare la tabella presente a fine pagina di questo link, per avere una idea dei modelli, per ora inclusi, e delle limitazioni riscontrate. In questo caso, la disponibilità sarà assicurata per fine Luglio.

A disposizione dei due sistemi operativi ci sarà ovviamente la app dedicata, per poter sfruttare al meglio tutte le features.

Per avere informazioni aggiornate sul dispositivo e sul progetto in generale, basta raggiungere la pagina ufficiale, ricca di contenuti testuali, di immagini e video esplicativi.

 

 

Fabrizio Paoletti

44enne affetto dalla....sindrome di Peter Pan, appassionato di tecnologia ed affascinato dalle molteplici opportunità offerte dal web