Google I/O 2016 – ecco tutte le novità

Mercoledì è stata la giornata dedicata a Google con la I/O, la conferenza di Mountain View dedicata agli sviluppatori dove ogni anno vengono presentate le novità più importanti dell’azienda californiana.

In questo articolo cercheremo di riassumere le principali novità presentate durante l’evento.

L’assistente Google

Google Assistant

L’assistente conversa con voi: è un dialogo a due voci tra voi e Google, capisce il mondo che vi circonda e vi aiuta a fare ciò che vi serve. Semplifica l’acquisto dei biglietti per il cinema mentre siete per strada, trova il ristorante ideale per uno spuntino al volo con la vostra famiglia prima che inizi lo spettacolo e vi aiuta nella navigazione fino al cinema. E’ un Google tutto per voi.

L’assistente funziona senza interruzioni su qualsiasi dispositivo e in qualsiasi contesto. Così puoi interpellare Google ovunque ti trovi e in qualunque momento. Tutto ciò è possibile grazie agli investimenti fatti da Google in questi anni per comprendere in profondità le domande fatte dagli utenti.

Allo

Allo è una nuova app di messaggistica in cui è incluso l’assistente Google, in modo che possiate utilizzarlo nelle vostre chat, sia private sia di gruppo. Dato che l’assistente capisce ciò che dite, potete anche chiedergli informazioni come gli impegni in agenda o le foto del vostro ultimo viaggio. Se ad esempio state organizzando una cena tra amici, potrete chiedere all’assistente di suggerirvi un ristorante nelle vicinanze, sempre restando all’interno della conversazione.

Allo Google

Duo

Insieme ad Allo, è stato presentiamo oggi Duo, un’app per videochiamate tra due persone. Con Duo, l’obiettivo di Google è rendere le videochiamate più veloci e stabili anche quando la connessione è lenta. E’ stata inoltre creata una funzione chiamata Knock Knock, che mostra una anteprima video della persona che vi sta chiamando, prima che rispondiate.

Allo Duo Google

Google Home

Google Home

Home è un dispositivo ad attivazione vocale che porta l’assistente in ogni stanza della vostra casa. Vi permette di ascoltare musica, gestire gli impegni quotidiani e ottenere risposte da Google – il tutto semplicemente parlando in modo naturale. Con un semplice comando vocale potrete chiedere a Google Home di riprodurre una canzone, impostare un timer per il forno, controllare lo stato del vostro volo o spegnere le luci di casa. E’ stato progettato per essere adatto ad un ambiente domestico e sarà disponibile in diversi colori e materiali. Home sarà disponibile per la fine di quest’anno.

Android N

Tra le prossime novità di Android N troveremo in primis, prestazioni migliori per grafica ed effetti, un minor consumo di energia e di spazio di archiviazione, download in background degli aggiornamenti di sistema, notifiche rinnovate per poterle gestire ancor più velocemente e ben 72 nuove emoji.

Google AndroidN

DayDream

E’ una nuova piattaforma per la Realtà Virtuale in alta qualità da mobile. Google, insieme ai produttori Android, sta lavorando a una nuova generazione di smartphone, condividendo con loro il design di un visore e di un controller per la Realtà Virtuale che siano davvero immersivi, comodi e intuitivi. Le app e i giochi creati dagli sviluppatori saranno disponibili su Daydream, oltre ovviamente alle app ufficiali come YouTube, Street View, Play Film, Google Foto e il Play Store.

DayDream

Android Wear

Nell’evento del primo giorno poi, è stata presentata anche una nuova release di Android Wear arrivata alla versione 2.0 che svariate novità tra le quali una nuova interfaccia grafica con l’utilizzo del Material Design, applicazioni stand-alone che permetteranno allo smartwatch di collegarsi a Internet senza l’ausilio dello smartphone, nuovi metodi di input per poter digitare del testo utilizzando la scrittura a mano libera oppure la tastiera, con tanto di possibilità di scrivere tramite swipe e nuove complications API che permetteranno agli sviluppatori la possibilità di fare in modo che le loro applicazioni mostrino certe informazioni in qualsiasi quadrante. Ovviamente non mancherà il supporto ad Android N.

google Android Wear 2.0

Insomma sono tante, tante, tante le novità che vedremo di qui a fine anno comparire sui nostri dispositivi, quindi non ci resta che attendere per provarle ! Continuate a seguirci per aggiornamenti sul Google I/O 2016.

Cristian Martini

35 anni, appasionato di tecnologia, grafica, design, musica e fotografia. Mi piace provare e sperimentare nuovi dispositivi ecco perchè collaboro con TechDifferent!