Pokemon (e non solo…) più realistici in futuro grazie al MIT

Volete prevedere come oscillerà un ponte che subisce una forte sollecitazione o, più semplicemente, volete ossevare come i Pokemon potrebbero interagire in maniera molto più realistica con gli ambienti che ci circondano, durante una sessione di Pokemon Go? Ebbene all’MIT (Massachusetts Institute of Technology) stanno lavorando anche a questo….

Abe Davis uno studente del Dottorato di Ricerca in Informatica (prossimo al diploma), ha pubblicato sul proprio sito e sul suo canale di YouTube, alcuni video che spiegano come sia possibile fare ciò tramite la tecnologia, in via di sviluppo, chiamata “Interactive Dynamic Video”.  Questa si basa sulla ripresa, da parte di una videocamera, delle vibrazioni (anche impercettibili) di un oggetto e sulla conseguente capacità di predire come lo stesso oggetto potrebbe muoversi (ma solo virtualmente) se sottoposto ad una sollecitazione (ugualmente virtuale). Davis è a capo del gruppo di ricerca.

Le applicazioni, in teoria, sarebbero molteplici. Dall’industria videoludica, a quella cinematografica “low cost”, ma anche in ambiti più seri come quello relativo alla ingegneria civile ed alla sicurezza. Si passerebbe così dalla Augmented Reality (o realtà aumentataalla Dynamic Augmented Reality.

Ecco di seguito i due video che, sebbene in lingua inglese, spiegano in maniera estremamente chiara questo progetto:

 

Via

 

Fabrizio Paoletti

44enne affetto dalla....sindrome di Peter Pan, appassionato di tecnologia ed affascinato dalle molteplici opportunità offerte dal web