Presentati i nuovi modelli di monitor LCD Philips

MMD, la società che commercializza in via esclusiva a livello mondiale i monitor Philips, presenta i nuovi modelli da 24 pollici 240B7QPJEB e 240B7QPTEB, che promettono prestazioni di livello, eco-sostenibilità e rispetto della salute.

Questi prodotti integrano la tecnologia PowerSensor (sensori infrarossi non-nocivi) che consente di spegnere il display se non viene rilevato nessuno alla scrivania, arrivando a diminuire il consumo energetico anche dell’80%, e la speciale modalità LowBlue che riduce notevolmente l’esposizione ai raggi blu dannosi per la vista. Sviluppata per migliorare il benessere degli utenti questa modalità sfrutta un software intelligente che riduce la luce blu a onde corte. La modalità LowBlue viene supportata anche dalla tecnologia Philips Flicker-free, la soluzione che adatta automaticamente la luminosità e riduce lo sfarfallio dello schermo per una visione più confortevole.

Sempre con l’obiettivo di donare il maggior confort possibile, i monitor sono dotati di SmartErgoBase che permette di ruotare, inclinare e regolare l’altezza dello schermo a seconda delle necessità, per un’esperienza visiva personalizzata. Inoltre grazie allo stand è possibile raccogliere i cavi, evitando la nascita delle “giungle elettriche”, sempre presenti in uffici ed abitazioni. E’ giusto sottolineare che i materiali sono composti per l’85% da plastiche riciclabili con certificazione TCO Edge, per minimizzare l’impatto ambientale della produzione.

La tecnologia IPS consente un angolo di visione extra-ampio di 178/178 gradi per una visione ottimale praticamente da ogni angolazione sia per foto che per video. Il pannello è “impreziosito” anche da una cornice sottilissima.

Infine, notevole la dotazione di ingressi per garantire una produttività sempre elevata: porte VGA, DisplayPort e HDMI. Per un trasferimento super veloce, è presente anche una USB 3.0 Super Speed, che permette lo scambio di dati fino alla velocità di 5.0 gbit/s (quasi 10 volte rispetto allo standard USB 2.0). L’interfaccia USB è retrocompatibile, permettendo all’utente di usare anche i dispositivi meno recenti.

Volendo riassumere le specifiche tecniche più rilevanti in maniera schematica, abbiamo:

Specifiche Philips 240B7QPJEB/240B7QPTEB
Pannello LCD Tecnologia IPS
Retroilluminazione LED W-LED
Dimensione pannello 24.1” / 61.1 cm
Aspect ratio 16:10
Risoluzione ottimale 1920 x 1200 @ 60Hz
Angolo di visualizzazione 178° (H) / 178° (V), @ C/R > 10
Luminosità 300 cd/m²
Colori del display 16.7M
Miglioramento dell’immagine SmartImage
MHL 1080P @ 60 Hz
Funzionalità utili .       Altoparlanti integrati 2 W x 2

.       User convenience: SmartImage, Input,
PowerSensor, Menu, Power On/Off, Modalità LowBlue

.       Kensington lock, VESA mount (100x100mm)

.       Compatibilità Plug & Play: DDC/CI, macOS, sRGB, Windows 10 / 8.1 / 8 / 7

Connettività .       Signal input: VGA (Analog ), DisplayPort 1.2, mini DisplayPort 1.2 x 1, HDMI 1.4

.       Signal output: DisplayPort out

.       Sync Input: Separate Sync, Sync on Green

.       USB: USB 3.0×4 (1 w/fast charging)

.       Audio (In/Out): PC audio-in, Headphone out

Base .       Regolazione altezza:150 mm

.       Punto di articolazione: 90 gradi

.       Rotazione: -175/+175 gradi

.       Inclinazione: -5/20 gradi

Sostenibilità e Certificazioni .       Ambiente ed energia: PowerSensor,
EnergyStar 7.0, EPEAT Gold*, TCO edge, RoHS6.       Materiali d’imballaggio riciclabili: 100 %.       Plastiche riciclabili dopo il consumo: 85%

.       Sostanze specifiche: componenti interni privi di BFR e PVC, piombo e mercurio

Conformità e standard Approvazioni su: CE Mark, FCC Class B,
SEMKO, cETLus, CU-EAC, TCO edge, TUV Ergo, TUV/GS, EPA, WEEE, ICES-003, UKRAINIAN
Cabinet .       Sportello anteriore, coperchio posteriore e base: Nero

.       Finitura: Texture


I nuovi monitor LCD Philips 240B7QPJEB/240B7QPTEB sono disponibili nei principali negozi di elettronica a un prezzo di mercato consigliato rispettivamente di € 349.00 e €359.00.

 

 

Fabrizio Paoletti

44enne affetto dalla....sindrome di Peter Pan, appassionato di tecnologia ed affascinato dalle molteplici opportunità offerte dal web