Recensione Kingston MobileLite Wireless Pro

Grazie alla cortesia di Kingston Technology ci è stata concessa l’opportunità di testare il MobileLite Wireless Pro, un prodotto destinato ad incrementare lo storage dei dispositivi mobili tramite collegamento wireless (incluso anche uno spazio di archiviazione integrato di 64 GB) con il valore aggiunto di poter disporre anche della funzionalità di power bank. Vediamo quali conclusioni abbiamo potuto trarre per questo modello che rappresenta una evoluzione di quello base, il MobileLite Wireless G3.

Caratteristiche tecniche e prime impressioni

Il MobileLite Wireless Pro, tramite l’applicazione MobileLite per iOS, Android e devices Amazon (Fire e Fire HD), permette il trasferimento file senza necessità di cavi. Inoltre, grazie alle porte integrate possiamo spostare dati da una device USB ad una scheda SD, in maniera molto intuitiva evitando l’utilizzo del PC. Come anticipato, a questa caratteristica principale si aggiunge una batteria interna da 6.700 mAh, utilissima per la ricarica in emergenza.

All’interno della confezione destinata alla vendita trovano posto:

  • un adattatore per microSD
  • un cavo USB-micro USB, per la ricarica
  • Quick start guide + certificazione batteria interna

Le specifiche tecniche principali sono piuttosto ricche :

  • Compatibilità verso dispositivi USB (chiavette o Hard Disks) fino a 2 TB e schede SD, SDHC, SDXC (microSD/microSDHC/microSDXC, tramite adattatore)
  • File system supportati – FAT, FAT32, NTFS, exFAT
  • Interfaccia di rete wireless – 2,4GHz 802.11b/g/n + 5GHz 802.11ac
  • Porta Ethernet WLAN – consente l’uso del dispositivo come access point
  • Batteria ricaricabile – fino a 12 ore di autonomia con utilizzo continuato (dato dichiarato dal produttore); batteria agli ioni di litio integrata da 6.700 mAh con potenza massima di 3,8V 2,0A
  • Formati file supportati – il MobileLite Wireless può memorizzare qualunque formato di file ma la riproduzione di questi è strettamente legata alle caratteristiche del tablet/smartphone ed al software presente (è comunque disponibile un player interno)
  • Dispositivi mobili compatibili – iPad 2/3° Gen/4° Gen/Air/Air 2/Pro 9.7″ & 12.9″, iPad Mini/Mini 2/Mini 3/Mini 4, iPod Touch 5° Gen/6° Gen, iPhone 4S/5/5S/6/6+/6S/6S+/7/7+, Fire, Fire HD (4.6+), Android (4.2+, incluso 7.0)
  • Dimensioni – 115mm x 80mm x 24mm
  • Peso – 194g
  • Garanzia – due anni con servizio di supporto tecnico gratuito

Esteticamente ci troviamo di fronte ad un prodotto totalmente in plastica (la parte inferiore opaca e più resistente), non elegante a mio avviso, ma comunque ben assemblato. Superiormente ci sono 3 LED che, da destra verso sinistra, indicano lo stato della batteria, della connessione WiFi e di quella internet. Nella parte frontale troviamo il tasto rosso di accensione (da premere per circa 3 secondi per ottenere l’attivazione completa del device, o da premere rapidamente per attivare solo la funzionalità di power bank, nel caso non sia azionata automaticamente), l’ingresso microUSB per l’alimentazione ed il forellino per il reset (nell’eventualità di doverlo utilizzare, tenere premuto per circa 13 secondi). Sul lato destro la porta Ethernet, che consente di creare un access point per una connessione internet wireless, e sul lato sinistro la porta USB 2.0 e lo slot per schede SD, SDHC, SDXC.

Gli ingressi sono tutti facilmente accessibili ed il dispositivo con le sue dimensioni, il peso e la forma risulta trasportabile senza alcun problema. I LED sono ben visibili, quando accesi, ed il tasto di accensione risulta leggermente al di sotto della superficie della scocca, rendendo meno semplice una attivazione accidentale.

Esperienza d’uso

Il punto centrale relativo all’uso del MobileLite è ovviamente legato alla app che consente la gestione globale di tutte le funzionalità. E’ scaricabile gratuitamente per dispositivi iOS, Android ed Amazon Fire e Fire HD. Ho avuto modo di provare le versioni per i primi 2 SO e pur essendo praticamente identiche graficamente e da un punto di vista funzionale, ho notato una maggior stabilità in quella per iPhone.

Occorre in primis stabilire il collegamento WiFi con uno dei networks MLWG3 o MLWG3-5G creati ad hoc. A questo punto non avremo accesso ad internet, ma sarà possibile, se necessario, sfruttare la funzione bridge, impiegando l’antenna WiFi bidirezionale od inserendo un cavo Ethernet nell’apposito ingresso, usando il MobileLite come una sorta di ponte verso la rete. La consultazione dei files è effettuabile anche da PC, ma non sono stato in grado di portare a buon fine la procedura (esiste l’eventualità che abbia commesso un qualche errore di configurazione). Nel mio caso, una volta attivata la app e stabilita la connessione via cavo (sarebbe stato lo stesso in wireless) verso l’esterno, ho ricevuto l’aggiornamento firmware:

Per ciò che riguarda le operazioni ordinarie, dal menu principale visualizzeremo la completa offerta di opzioni disponibili che comprende:

  • Esplorazione/gestione del contenuto dello smartphone/tablet ed in particolare del rullino fotografico
  • Esplorazione/gestione del contenuto del MLW Pro
  • Esplorazione/gestione del contenuto di eventuali schede, HD, chiavette connessi
  • Backup/ripristino rapido del rullino fotografico, dei contatti, e del calendario
  • In basso, “Musica” e “Video” consentono di trovare solo i file audio o video, presenti sia sul nostro dispositivo mobile che sul MLW, “Backup” esegue il backup immediato del Rullino, partendo dall’ultima posizione di salvataggio (se presente) mentre“Impostazioni” da l’accesso al menu interno tramite il quale regolare una serie di parametri per personalizzare l’utilizzo o visualizzare alcuni tutorials
Homepage della app MobileLite (Android)

 

L’interfaccia è intuitiva e l’apprendimento circa il suo uso è molto rapido. Ho provato a collegare 2 smartphones contemporaneamente, visualizzando su entrambe alcune immagini presenti nella memoria del MLW, e non ho sperimentato alcun problema ad eccezione, come anticipato, di alcuni crash del software nella versione per il robottino verde.

In termini generali si può affermare che la versatilità è notevole. Possiamo creare cartelle, copiare, rinominare, spostare, condividere, “taggare” tra i preferiti e cancellare records in pochi passaggi. Ho trovato molto utili queste funzioni nel gestire le immagini archiviate nella scheda SD della mia fotocamera, trasferendo il contenuto nel MLW, liberando così del prezioso spazio. L’autonomia è buona. Sfruttato molto intensamente ho superato le 6 ore, circa.

Il player integrato permette anche di ascoltare musica o guardare video, ma nel caso di files che non sono supportati nativamente, ci viene offerta la funzione di apertura tramite uno dei programmi appositi (VLC, ad esempio) installati sul nostro device.

Altra comodità presente è quella relativa al backup/ripristino. E’ possibile ripristinare i contatti, gli eventi del calendario e le immagini precedentemente salvate all’interno del MLW, nel caso questi dati siano andati persi nello smartphone/tablet. Ogni volta che sarà effettuato il backup, la app controllerà i files già presenti nella posizione prescelta e copierà dal dispositivo mobile solamente quelli non esistenti. Ho provato questa funzionalità più volte senza incontrare mai problemi. La velocità di trasferimento non è eccezionale, (20 minuti per trasferire poco più di 2.2 GB di foto + video, attraverso la banda a 2,4GHz), ma è il solo appunto che mi sento di dover fare.

Un elemento da non sottovalutare, in senso negativo, è a mio avviso il surriscaldamento che subiscono le schede SD o le chiavette USB durante le movimentazioni dei dati. Una temperatura, che non ho avuto modo di misurare con strumentazione ma solamente al tatto, veramente inaspettata.

La funzionalità di power bank è il valore aggiunto che salva da situazioni di emergenza. Ho ad esempio ricaricato un iPhone 4S, acceso ma in modalità “Aereo”, dal 18% al 100% in 1 ora e 25 minuti. I tests completati da Kingston, per quello che concerne la quantità, ci raccontano di una capacità di ricarica di 2.5 volte di un iPhone 6.

Per rifornire di energia il MLW invece, può essere sfruttato sia un collegamento USB (ma il tempo è infinito, oltre le 5 ore, partendo da una situazione di batteria completamente scarica), sia un alimentatore. Inoltre, come anticipato all’inizio, per alcuni dispositivi è stato necessario premere rapidamente il pulsante di accensione per iniziare la ricarica mentre per altri ,collegando il cavo USB, l’operazione è iniziata autonomamente. 

Conclusioni

Un buon prodotto, con una ottima compatibilità, solido nelle prestazioni ed intuitivo nell’utilizzo, che però dovrebbe migliorare dal lato app Android e che tende a riscaldare in maniera eccessiva eventuali schede o chiavette inserite. Un compagno di viaggio efficiente, per gestire in mobilità foto, video, musica ma anche documenti. Peccato non aver potuto testare il collegamento in wireless con il PC.

Il MobileLite Wireless Pro è disponibile online per l’acquisto, a partire da un prezzo di circa 102 euro, che considerate le funzionalità presenti appare adeguato.

Fabrizio Paoletti

44enne affetto dalla….sindrome di Peter Pan, appassionato di tecnologia ed affascinato dalle molteplici opportunità offerte dal web