Dura vita per i blog che vogliono crescere -Editoriale- Aggiornato

Vuoi aprire un blog per condividere la tua passione con tutti? Vuoi, magari, farlo crescere per avere un bacino d’utenza sempre più ampio? Se non hai uno sponsor o una casa editrice alle spalle è impossibile.

Scrivo questo editoriale in quanto, ultimamente, ho notato una certa “chiusura”, se così la posso definire, delle varie aziende ai blog che vorrebbero crescere (come noi) non fornendo più prodotti in test, non invitando più agli eventi (almeno quelli in Italia) ed inventandosi sempre scuse che ormai abbiamo imparato a recepire come una sorta di “siete piccoli, non fate audience e non ci interessa nulla di voi”.

Ne abbiamo tanti di esempi noi di TechDifferent da riportare; partendo da Huawei e LG che misteriosamente, dopo aver avuto all’inizio un’ottima disponibilità da parte loro nei nostri confronti, non ci invitano più alle loro presentazioni e ci inviano un dispositivo ogni due anni. Altro esempio è Asus che non ci fornisce più smartphone da recensire per motivi a noi oscuri; oggi (e non solo, da sempre) abbiamo richiesto un codice per un gioco (Forza Motorsport 7) a Microsoft che prontamente ci ha negato anche inventandosi di inviare dati sul sito (che hanno già e ci conoscono benissimo), che anche inviandoglieli non ci risponderanno sicuramente. Faccio presente che altri blog ne hanno già fatto la recensione, dunque le copie le hanno eccome…

Questi sono solo alcuni esempi di chi, come noi, vorrebbe crescere e non ne ha la possibilità; si giunge dunque alla conclusione, abbastanza ovvia, che, come ho detto in apertura, o si hanno sponsor e molti soldi per acquistarsi tutti i prodotti altrimenti si resta esclusi ed il bacino di utenti non crescerà mai rendendo così il tutto frustrante.

Non me ne vogliano i blog più blasonati (non ho nulla contro di loro, anzi, li seguo costantemente), sia chiaro, sto solo mettendo al corrente tutti i colleghi che hanno un blog come il nostro e che magari vorrebbero iniziarne uno; dunque bisogna avere determinati requisiti (quelli citati appena sopra) per poter avere almeno una possibilità di crescita ed è assurdo che le aziende, avendo a disposizione tutto, non abbiano un misero codice che permetta anche di avere pur sempre una pubblicità sul sito, sia che si tratti di una recensione di uno smartphone, di un videogioco, di un accessorio ecc.

Vorrei anche sottolineare come il nostro canale YouTube sia in costante crescita (più di 4000 iscritti) ed anche i nostri followers di Twitter (più di 7000); mentre invece altri blog che hanno migliaia di iscritti e followers in meno di noi vengono comunque invitati…

Speriamo però che la situazione migliori, anche perchè noi vorremmo proporre a tutti i nostri lettori e followers una maggior quantità di recensioni, informazioni e news da dare, ma che senza la collaborazione delle aziende, ci riesce molto dura.

Detto questo, se vedremo solamente barricate e nessuna risposta (quindi poco professionale di tali aziende) non potremo far altro che non parlare dei loro prodotti in quanto impossibilitati ad averli tra le mani; un vero peccato specialmente per correttezza e rispetto di chi ci mette tanta passione e tempo per informare il pubblico.

Concludo ringraziando le aziende che ci danno la loro disponibilità e ringraziando anche voi lettori di TechDifferent per darci la carica giusta per poter continuare la nostra avventura.

Aggiornamento del 4/12/2017

Oltre alle aziende nominate in precedenza, aggiungiamo anche Honor con grande delusione da parte nostra in quanto stavamo collaborando molto bene; si capisce che stiamo antipatici e ne vorremmo capire il motivo.

Aggiornamento del 9/01/2018

Si aggiunge all’elenco anche Nokia che, nonostante le nostre richieste, non ci invia nulla.

Davide

Ho 39 anni, sono appassionato di tecnologia ed in particolar modo di Apple; ma non mi limito a quello, infatti vedrete tante mie recensioni di altri dispositivi e marche.