The Room: Old Sins, la nostra recensione

Fireproof Games torna con un nuovo capitolo della serie più acclamata dei puzzle games, ovvero The Room:Old Sins. Chi non conosce The Room alzi la mano… spero siate in pochi in quanto questo è il re dei giochi puzzle su mobile in quanto è molto apprezzato per la sua grafica, le musiche, le ambientazioni, la storia e gli enigmi da risolvere.

In questo nuovo capitolo saremo catapultati all’interno di una casa delle bambole apparsa misteriosamente nell’attico della casa di un rinomato ingegnere che è scomparso misteriosamente insieme alla moglie; attenzione, non fatevi ingannare dalla casetta poichè dovremo risolvere molti enigmi ed accedere alle varie stanze di essa per scoprire che fine ha fatto la coppia.

Come i suoi predecessori, The Room: Old Sins ci catapulta in ambientazioni cupe e molto dettagliate, l’esplorazione della casa che avverrà grazie alla risoluzione di enigmi sì difficili ma con la possibilità di avere degli aiuti gratis qualora non riuscissimo a procedere. La grafica dunque la fa da padrona, riproducendo fedelmente le ambientazioni con un motore grafico eccellente; le musiche poi sono, come sempre, perfettamente elaborate in base alle ambientazioni ed ai contesti che andremo ad esplorare.

Il gioco ha delle meccaniche molto semplici, infatti dovremo interagire con i marchingegni per poter proseguire ma utilizzando il nostro intelletto per risolvere gli enigmi proposti e questo da una senso di appagamento ad ogni enigma che andremo a risolvere nonché terminare il gioco. Iniziare è facile, ma vi dico anche che staccarsi sarà molto difficile in quanto tutto l’insieme di ambientazioni, storia, enigmi e musiche ci terranno incollati allo smartphone o tablet per molto tempo.

The Room: Old Sins supporta iCloud Game Center, dunque permette di avere sempre a portata i salvataggi (ci sono tre slot diversi così da poter permettere anche ad altri membri della famiglia o amici di poterci giocare). Il gioco, infine è in italiano, ma anche in inglese, francese, tedesco, spagnolo, portoghese brasiliano, turco e russo.

In conclusione vi consiglio questo gioco ma anche, per chi non li avesse giocati, i suoi predecessori che vanno da The Room fino al terzo capitolo (questo che vi abbiamo recensito sarebbe il quarto in ordine cronologico.

Attualmente il gioco è presente solo per iOS ad un prezzo di 5,49€ (clic qui) ed a breve verrà rilasciato anche per Android.

The Room: Old Sins

5.49€
The Room: Old Sins
9.3

Grafica

10.0 /10

Musiche

10.0 /10

Gameplay

9.0 /10

Longevità

9.0 /10

Difficoltà

8.5 /10

Pro

  • Ambientazioni
  • Musiche
  • Molti enigmi
  • Aiuti gratis

Contro

  • In alcuni rari casi è un pochino difficoltoso utilizzare leve dei marchingegni

Davide

Ho 39 anni, sono appassionato di tecnologia ed in particolar modo di Apple; ma non mi limito a quello, infatti vedrete tante mie recensioni di altri dispositivi e marche.