L’arte della pubblicità e comunicazione visiva

La pubblicità è l’anima del commercio. Così per anni è stato sintetizzato il molteplice e complicato ruolo della pubblicità fino ad oggi. In realtà la pubblicità è molto di più, è un’arte della comunicazione che ci persuade e condivide con noi un vero e proprio codice di valori tanto da entrare nei nostri ricordi e segnare con i suoi spot delle vere e proprie epoche. Essa è cambiata insieme a noi e le innovazioni tecnologiche e digitali l’hanno rivoluzionata dal profondo.
Di seguito analizzeremo alcuni dei mezzi più efficaci, vecchi e nuovi, di fare pubblicità.

2.Newsletter e cataloghi pubblicitari

Per le nuove generazioni più importante del proprio indirizzo di casa c’è solo l’indirizzo di posta elettronica! La comunicazione passa attraverso la nostra mail che si tratti di offerte di lavoro, condivisione documenti e…pubblicità! Se punti sull’e-mail marketing scegli un tipo di sponsorizzazione diretta che invia ai clienti informazioni, offerte commerciali, promozioni e Groupon utili a incentivare l’acquisto online e/o il traffico sul sito. La sua efficienza è dovuta alla capacità di condividere determinati contenuti con un target specifico, individuato in base all’età, il sesso e i loro principali interessi. In pratica si inviano offerte cucite a posta per il tipo di cliente, massimizzando le possibilità che possa acquistare. Facile no?
Utile ma meno selettivo è l’uso dei cataloghi. In questo caso si cerca di persuadere attraverso la comunicazione visuale, spingendoti ad andare in negozio, o su internet, per ultimare gli acquisti. Anche se i cataloghi sono sempre meno utilizzati per questioni di costo e ecologiche, per averne un esempio della loro efficacia basta pensare ai cataloghi Ikea (forse tra i pochi a non finire subito nelle pattumiere). Insomma se scegli la carta stampata assicurati di curare il design e le immagini al meglio.


3.Cartelloni tecnologici e tradizionale comunicazione visiva

Oggi giorno le città sono illuminate soprattutto dallo “scintillio” delle insegne pubblicitarie (New York con la sua Time Square ne è un esempio lampante!). L’utilizzo di insegne luminose e al neon è un settore in espansione grazie alle prove dell’efficacia che la luminosità delle scritte e dei colori ha sulla psicologia del cliente. L’espansione del settore ha inoltre reso i prezzi più abbordabili anche per piccole attività che proprio in quanto tali hanno più necessita di splendere! Un settore però ancora imbattuto e quello dei cartelloni pubblicitari tradizionali. Il cartaceo in questo caso non ha ceduto il passo al digitale rimanendo una delle opzioni più utilizzate. La loro funzione è quello di utilizzare slogan o immagini capaci di rimanere impresse anche senza ricorre a troppi “effetti speciali”. Se anche tu hai bisogno di visibilità ti basterà ricorrere a striscioni e cartelli ben studiati. Ultimamente stanno avendo molto successo anche i roll-up, molto usati nelle fiere e negli uffici in quanto capaci di fare pubblicità e delineare lo spazio in modo funzionale. Se si vuole ricorrere a queste strategia e bene affidarsi ad una tipografia all’avanguardia come ad esempio Saxoprint.it

1.Spot pubblicitari

I video promozionali, televisivi o social, sono il tipo di pubblicità più conosciuto e usato degli ultimi anni. Se si vuole pubblicizzare la propria attività via video allora i vantaggi sono molti. La capacità di memorizzazione di un filmato infatti è nettamente superiore rispetto a quello di uno slogan scritto. Come se ciò non bastasse i video posso essere riprodotti un numero infinito di volte e in diversi supporti così da imprimere dialoghi e musiche nella nostra mente e rendere il brand più facilmente riconoscibile. Con l’avvento dei social e del web, infine, i video possono essere anche scaricati e condivisi diventando virali e contribuendo a fare pubblicità intorno al prodotto sponsorizzato. Se vuoi pubblicizzare la tua attività con un video, assicurati di avere gli strumenti e le idee giuste! Una buona idea e una basilare conoscenza dei meccanismi dei social network possono assicurarti il miglior trampolino di lancio.

4.Influencer

Infine chiudiamo con la vera e più controversa evoluzione della pubblicità dei nostri tempi: gli influencer.
Quando devi fare un acquisto o viaggio spesso ti rivolgi ad un tuo amico per avere consigli.
L’influencer per l’utente medio è proprio questo, una persona di fiducia che mostra e recensisce prodotti per i suoi followers. Per questo è importante avere il loro parere e le aziende fanno la fila per assicurarsi di legare il loro nome a quello degli influencer più conosciuti al mondo.

Insomma l’universo della pubblicità è molteplice ed in espansione, ce di buono che offre l’imbarazzo della scelta nel promuovere le aziende. E tu quale strategia sceglieresti?

Davide

Ho 39 anni, sono appassionato di tecnologia ed in particolar modo di Apple; ma non mi limito a quello, infatti vedrete tante mie recensioni di altri dispositivi e marche.