Diario del Capitano: Huawei Mate 10 Pro

Secondo appuntamento con questa rubrica nata per seguire, un pochino più a lungo del solito, i dispositivi che abbiamo l’opportunità di testare. In questo caso l’oggetto della prova è l’Huawei Mate 10 Pro (6 GB di RAM + 128 di storage interno), l’ormai ex top di gamma della casa cinese che ho acquistato per uso personale da qualche giorno, nella colorazione Midnight Blue. Ho quindi deciso di condividere la mia esperienza d’uso pur sapendo che non si parla di un nuovo prodotto, visti i circa 7 mesi di presenza sul mercato. Quando fu presentato alla stampa venne posta molta enfasi sul Processore Neurale dedicato, sulla potenza del nuovo Kirin 970 e sulla consueta collaborazione con Leica per la realizzazione della dual camera posteriore.

31 Marzo 2018 ore 15

Solo per dovere di cronaca, qui sotto riporto le specifiche principali del Mate 10 Pro che ho deciso di fare mio al prezzo di 559 euro, grazie a una recente offerta, nella versione no-brand.

E’ da molto che non “smanettavo” con l’EMUI (dai tempi del glorioso – almeno per me – Honor 6 Plus) e il passaggio dalla semplicità di un Moto Z Play, un buon device con interfaccia praticamente stock, a questo caratterizzato da una maggior personalizzazione è stato comunque gratificante (ogni tanto è piacevole cambiare).

Ma veniamo a qualche freddo dato:

DISPLAY

6.0″ FullView 18:9 OLED Display
2160 x 1080 pixels, 402 ppi
16.7 M Colours, Colour Saturation (NTSC): 112%
High Contrast: 70000:1 (Typical)

CHIPSET

HUAWEI Kirin 970
Octa-core CPU (4 x Cortex A73 2.36 GHz + 4 x Cortex A53 1.8 GHz) + i7 co-processor, Mali-G72 MP12 GPU
NPU: Neural Network Processing Unit

SISTEMA OPERATIVO

Android™ 8.0 con personalizzazione EMUI 8.0

MEMORIA

6 GB RAM + 128 GB ROM / 4 GB RAM + 64 GB ROM

NETWORK (Dual SIM)

SIM1:
FDD-LTE: Band 1 / 2 / 3 / 4 / 5 / 6 / 7 / 8 / 9 / 12 / 17 / 18 / 19 / 20 / 26 / 28 / 32
TD-LTE: Band 34 / 38 / 39 / 40
UMTS (WCDMA) / HSPA+ / DC-HSDPA: Band 1 / 2 / 4 / 5 / 6 / 8 / 19
TD-SCDMA: Band 34 / 39
GSM/EDGE: 850 / 900 / 1800 / 1900 MHz

SIM2:
FDD-LTE: Band 1 / 2 / 3 / 4 / 5 / 6 / 7 / 8 / 9 / 12 / 17 / 18 / 19 / 20 / 26 / 28 / 32
TD-LTE: Band 34 / 38 / 39 / 40
UMTS (WCDMA): Band 1 / 2 / 4 / 5 / 6 / 8 / 19
GSM / EDGE: 850 / 900 / 1800 / 1900 MHz

GPS

GPS / Glonass / BDS

CONNESSIONI

Wi-Fi 2.4 G / 5 G, 802.11a/b/g/n/ac con supporto al Wi-Fi

Chip NFC

BT4.2, supporto al BLE
Supporto aptX / aptX HD e LDAC HD Audio
USB Type C
DisplayPort 1.2

SENSORI

Fingerprint Sensor, G-Sensor, Gyroscope Sensor, Compass, Ambient Light Sensor, Proximity Sensor, Hall Sensor, Barometer, Infrared Remote Control

CAMERA

Camera Posteriore realizzata in collaborazione con Leica:
20 MP Monochrome + 12 MP RGB, con apertura f/1.6
Sensore RGB dotato di OIS (Optical Image Stabilization)
BSI CMOS
Dual-LED flash
PDAF (Phase Detection Auto Focus) + CAF (Continuous Auto Focus)+ Laser + Depth Auto Focus
2x Hybrid Zoom
4K Video Recording (30 fps al massimo). Presente anche la registrazione in FullHD a 60 e 30 fps (La stabilizzazione elettronica è attiva solo fino a 1080p @30fps). Zoom digitale massimo 6X

Camera Frontale
8 MP FF, f/2.0 e con capacità di registrazione video in FullHD stabilizzato elettronicamente

BATTERIA
4000 mAh
SPLASH, WATER, AND DUST RESISTANT (certificazione IP67)
Contenuto della confezione

Auricolari USB-C
Alimentatore + cavo USB-C
Adattatore da USB-C a ingresso per jack 3.5 mm
Custodia morbida trasparente
Quick Start Guide
Spilletta per apertura sportello SIM

1 Aprile 2018 ore 9

Buona Pasqua! 

I primi giorni con questo Mate 10 Pro mi fanno pensare a un device solido in tutti gli aspetti. Confermo che (come avevano rilevato altri recensori prima di me) l’aspetto relativo alla Intelligenza Artificiale non è palese ma probabilmente gestisce una serie di processi in background. Cmq avrò modo di capire meglio in seguito. Intanto ecco alcuni screenshots relativi al test batteria che ripeterò anche tra un pò di giorni. In questo caso non ho telefonato quasi mai, ma ho attivato per molto tempo la fotocamera:

Buona la rapidità nella ricarica. Ecco un esempio partendo dal 4% di autonomia residua, mantenendo il telefono acceso, ma utilizzandolo solo per controllare lo stato della batteria :

3 Aprile 2018 ore 7

Qualche giorno fà ho provato ad utilizzare la modalità desktop che permette di sfruttare il Mate 10 Pro alla stregua di un PC, grazie a un cambio dell’interfaccia utente. Occorre solo avere a disposizione un cavo USB-C/HDMI o un HUB (come nel mio caso) che serva da tramite con un monitor o una TV. Io ho poi collegato una tastiera meccanica e un mouse wireless. In questa modalità, pur non avendo accesso ad alcuni importanti menu come quello delle impostazioni, si possono fare diverse cose, come editare testi, navigare, vedere video, ecc…in maniera più completa rispetto ad un semplice mirroring dello schermo, che è comunque possibile. Ho anche provato a collegare un Joypad cablato per verificare se si poteva giocare, ma non ho trovato nulla di compatibile. Riproverò.

Certo, se non si collega lo smartphone a qualche fonte di alimentazione, la carica scende alla velocità della luce. Ad ogni modo ecco qualche immagine:

7 Aprile 2018 ore 9

In questi giorni ho provato a registrare alcuni video in 4K per verificare la bontà delle immagini registrate alla massima qualità possibile. Caricare il file su YouTube è stata una impresa per via del formato che si ottiene (formato che non mi permetteva neanche l’editing con il programma che solitamente utilizzo). Comunque sia le immagini mi sembrano buone e la rapidità nello stabilire il punto di fuoco è soddisfacente. Molto meno la stabilizzazione. Di seguito aggiungo anche il video in Time Lapse (a 720p) realizzato più per gioco che per altro….

 

 

11 Aprile 2018 ore 7

Buondì! Non riesco bene a capire se questo Mate 10 Pro mi soddisfa dal punto di vista della durata della batteria o meno. Non utilizzando alcun accorgimento particolare (diminuzione della risoluzione o risparmio energetico ad es.) non ottengo risultati eccellenti, specie se faccio ricorso in maniera “pesante” alla fotocamera. Questi screenshots sono relativi a sabato scorso (ormai avrò effettuato circa 7-8 cicli di ricarica) :

14 Aprile 2018 ore 18

Ho usato in maniera ancora più “spinta” il Mate 10 Pro e in quest’ultimo test si è dimostrato (maggiormente) all’altezza della situazione. Ancora poche chiamate, anche se più del solito, ma tante app e attività di contorno sempre senza fare ricorso ad alcun risparmio energetico.

Per il resto confermo le impressioni iniziali circa l’ottima ricezione (sto attualmente sfruttando entrambe gli slot per le SIM) e la responsività del software in ogni situazione. Certo, con un hardware di questo genere non mi dovrei aspettare qualcosa di diverso. 

Ah, anche se a mio avviso il sensore posteriore per le impronte è di una scomodità unica (parlo in generale, non solo per questo dispositivo) in termini di precisione e rapidità dimostrati non posso che fare i complimenti ad Huawei.

 

…. To Be Continued

Fabrizio Paoletti

44enne affetto dalla....sindrome di Peter Pan, appassionato di tecnologia ed affascinato dalle molteplici opportunità offerte dal web