Sam Fisher torna con i Ghost in Wildlands

Ubisoft annuncia che Tom Clancy’s Ghost Recon Wildlands introdurrà una missione speciale a tema Tom Clancy’s Splinter Cell con la partecipazione del leggendario Sam Fisher come parte della Special Operation I, il primo importante aggiornamento del secondo anno di contenuti post-lancio per il gioco. I giocatori potranno unirsi a Sam in questo speciale evento crossover gratuito a partire da oggi, 10 aprile, sulle console di nuova generazione e Windows PC. Inoltre, i giocatori potranno accedere gratuitamente alla versione completa di Tom Clancy’s Ghost Recon Wildlands durante il prossimo weekend gratuito, che si terrà dal 12 al 15 aprile 2018. Il weekend gratuito sarà disponibile su tutte le piattaforme e darà l’opportunità di provare ogni contenuto del gioco, inclusa la modalità PvP Ghost War, la missione Predator e la Special Operation I.

Dal 10 aprile, una serie di contenuti esclusivi di Tom Clancy’s Splinter Cell saranno introdotti in Tom Clancy’s Ghost Recon Wildlands e nella modalità PvP Ghost War, tra cui una nuova missione PvE, alcuni oggetti per la personalizzazione esclusivi e una nuova classe PvP. I giocatori potranno collaborare con Sam Fisher, il celebre personaggio della pluriacclamata saga di Tom Clancy’s Splinter Cell, aiutandolo a completare la sua nuova e rischiosa missione di infiltrazione in Bolivia. Questa nuova sfida speciale è giocabile da soli o con un massimo di quattro giocatori in modalità cooperativa, e sarà una delle missioni più difficili che i Ghost abbiano mai dovuto affrontare. Si tratta di un’operazione furtiva notturna in cui i giocatori dovranno sfruttare tutti gli strumenti a loro disposizione per riuscire a completarla.

“Siamo davvero emozionati di portare un personaggio del calibro di Sam Fisher in Tom Clancy’s Ghost Recon Wildlands“, ha dichiarato Nouredine Abboud, Senior Producer di Ubisoft. “Collaborare con Sam Fisher richiederà furtività, intelligenza e tattica da parte dei Ghost… e non vediamo l’ora di assistere alle reazioni dei nostri giocatori mentre affronteranno questa nuova sfida!”

Una volta completata la missione, i giocatori saranno ricompensati con alcuni oggetti esclusivi, come il celebre visore di Sam Fisher con un nuovo filtro per la visione notturna e molto altro. Anche se la missione sarà sempre presente nel gioco, queste ricompense saranno disponibili solo fino al 16 maggio.

Oltre alle ricompense per aver completato la sfida, i giocatori potranno personalizzare e armare ulteriormente i propri Ghost con il “Splinter Cell Gear Pack”, che include nuovi oggetti per la personalizzazione e nuove armi, tra cui il coltello karambit, un esclusivo pugnale per combattimenti ravvicinati ispirato a Splinter Cell Blacklist, e il prototipo di fucile d’assalto interamente personalizzabile, SC 4000, di Splinter Cell.

La Special Operation 1 aggiungerà anche la Echelon, una nuova classe di assalto disponibile in tutte le modalità PvP, che andrà a espandere la gamma di 18 classi diverse di Ghost War. La Echelon fa parte del team Fourth Echelon di Sam Fisher, e inoltre ha accesso a equipaggiamenti ad alta tecnologia, oltre all’abilità Impulso sonar, che consente di vedere i nemici dietro le pareti da breve distanza, ottenendo così un vantaggio tattico sulla squadra avversaria. I giocatori di Ghost War potranno accedere in anticipo alla nuova classe utilizzando i propri punti Prestigio o con il Pass Anno 2.

Se volete, potete vedere anche la recensione di Tom Clancy’s Ghost Recon Wildlands cliccando qui.

Davide

Ho 39 anni, sono appassionato di tecnologia ed in particolar modo di Apple; ma non mi limito a quello, infatti vedrete tante mie recensioni di altri dispositivi e marche.